Rimangono ancora critiche le condizioni di Michel Chabod, colpito da un masso a Villeneuve

Ieri pomeriggio intanto è stato dimesso il vigile del fuoco, rimasto ferito da una seconda scarica di massi, durante le operazioni di soccorso. A Roberto Lanaro, 37 anni, sono state diagnosticate alcune fratture alla scapola.
Cronaca

Rimangono ancora critiche ma stabili le condizioni di Michel Chabod, il giovane ingegnere di 34 anni di Valsavarenche, sulla cui auto si è abbattuto mercoledì scorso un masso, nella strada comunale tra Villeneuve e Aymavilles, in frazione Champagnole. Il ragazzo, sposato e con una bambina, è in ora in coma farmacologico. A lui e a tutta la sua famiglia, da quanto si appresa la notizia dell’incidente, continuano ad arrivare su Facebook, messaggi di incoraggiamento da parte dei suoi amici: “Non mollare” e ancora “Siamo tutti con te!”.  

Ieri pomeriggio intanto è stato dimesso il vigile del fuoco, rimasto ferito da una seconda scarica di massi, durante le operazioni di soccorso. A Roberto Lanaro, 37 anni, sono state diagnosticate alcune fratture alla scapola.

Il Sindaco di Villeneuve, Roberta Quattrocchio che raggiunta al telefono ha detto di essere, assieme a tutto il paese “in grande apprensione per il ragazzo” ha emesso mercoledì scorso due ordinanze. In particolare il primo cittadino, oltre a ordinare la chiusura della strada Aymavilles-Chavonnes, ha richiesto alla “Società Malga di Villeneuve e al suo legale rappresentante Gianni Gabriele, proprietari degli appezzamenti di terreno” da cui si è staccato il masso che ha colpito l’auto di Chabod, “di rimuovere con urgenza i materiali e i massi rocciosi affioranti e di porre in essere ogni altra azione al fine di eliminare ogni pericolo per l’incolumità pubblica”.


 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca
Cronaca