Scialpinista 20enne muore nella zona dell’ospizio del Gran San Bernardo

L’incidente è avvenuto domenica scorsa, 13 febbraio, durante la discesa dalla Grande-Chenalette, cima da 2.890 metri in territorio svizzero. La vittima, precipitata per circa 300 metri, è un francese, morto per i gravi traumi riportati all’ospedale di Sion.
Grande Chenalette
Cronaca

Un 20enne francese è morto domenica scorsa, 13 febbraio, a seguito dei traumi riportati in una caduta durante un’escursione con le pelli di foca sulla Grande-Chenalette, cima da 2.890 metri, in territorio svizzero, sopra l’ospizio del Gran San Bernardo. La notizia viene comunicata oggi dalla Polizia cantonale del Vallese.

L’uomo era in un gruppo di cinque persone. Nel pomeriggio, attorno alle 16.20, durante la discesa è caduto, per ragioni che sono oggetto di accertamenti, precipitando per circa 300 metri. Gravemente ferito, è stato soccorso sul posto e poi elitrasportato da Air Glaciers all’ospedale di Sion, dove purtroppo è morto in serata. Un’inchiesta sull’incidente è stata aperta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

Il periodo di verifica reCAPTCHA è scaduto. Ricaricare la pagina.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte