Sicurezza: nel 2009 meno reati rispetto all’anno scorso, nota stonata i furti in appartamento

Presentato il bilancio dell'attività della Questura. Aumentate le violenze sessuali, le rapine e i reati di sfruttamento della prostituzione. Si investe in formazione di agenti e cittadini. Per i furti in appartamento sono stati aumentati i controlli.
Il questore di Aosta
Cronaca
"Il totale dei reati in Valle d’Aosta è diminuito, ma per questo non dobbiamo abbassare la guardia’’, ha commentato il questore di Aosta, Maurizio Celia, nel corso della conferenza di presentazione del bilancio annuale dell’attività della Polizia. I reati sono passati dai 4.792 dello scorso anno ai 4.466 di quest'anno.
"L'unica nota stonata rimangono i furti in appartamento, – continua il questore – che sono stati 447 contro i 365. Ma stiamo lavorando su questo punto critico. Abbiamo aumentato i controlli e ci stiamo dando da fare, e faremo di più.’’
Aumentate anche le violenze sessuali che sono state 11 (9 l'anno scorso), le rapine 7 (6) e i reati di sfruttamento della prostituzione e pornografia minorile, passati da 4 a 7. In diminuzione i reati legati alla droga 55 (72), 374 (463) le minacce e le ingiurie, i furti di auto 45 (55), gli altri furti 1462 (1578). Dimezzati anche i reati di ricettazione, che sono passati da 40 a 17. Anche le truffe e le frodi informatiche sono state 234, 255 l’anno precedente.
''Sicuramente dobbiamo fare i conti con le difficoltà di bilancio – continua Celia – ma l'attività non si è fermata. Gli arresti sono aumentati, e l'ufficio immigrazione ha lavorato dando ottimi risultati. Non solo. Crediamo molto anche nella formazione, per cui sono stati organizzati incontri e convegni. Sia per gli operatori che per i cittadini''.
Gli arresti per violenze sessuali sono stati 2 (0), le denunce 1 (3), due quelli per rapina e 17 quelli per furto, 11 invece per spaccio di droga, contro i 5 dello scorso anno. In totale gli arresti sono stati 73 e le denunce 494, mentre lo scorso anno erano stati 56 e 528 denunce.
Le pattuglie effettuate, da parte di tutte le specialità, sono state 11.354, 78.098 le persone controllate e 1.043.447 i chilometri percorsi.
Per quanto riguarda l'attività svolta dall'ufficio immigrazione ci sono state 258 espulsioni (286), 62 accompagnamenti alla frontiera e ai centri di permanenza e 3306 le attività di regolarizzazione dei cittadini extracomunitari, lo scorso anno erano state 2865. La polizia di frontiera, invece, ha eseguito 15 arresti contro i 5 dell'anno precedente e respinto alla frontiera 5 stranieri.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca
Cronaca

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte