Un’escursionista è morta precipitando nella zona del corno Bussòla

La vittima è Paola Gallo Balma, fotografa 41enne di Rivarolo Canavese. Ieri sera, intorno alle 20, era scattato l’allarme per il mancato rientro della donna dai laghi di Palasinaz (Brusson). Attorno alle 7 di questa mattina è stato ritrovato il corpo senza vita. Secondo la prima ricostruzione è morta precipitando per circa 200 metri.
Laghi Palasinaz
Cronaca

Una escursionista, Paola Gallo Balma, fotografa 41enne di Rivarolo Canavese (Torino), è morta precipitando per circa 200 metri – questa la prima ricostruzione fatta dai soccorritori – nella zona del corno Bussòla, sui contrafforti del Monte Rosa.

Ieri sera, intorno alle 20, era scattato l’allarme per il mancato rientro della donna dai laghi di Palasinaz (Estoul, Brusson). Le ricerche da parte dei Vigili del fuoco, del Soccorso Alpino Valdostano e del Soccorso Alpino della Guardia di finanza si sono protratte per tutta la notte, anche con l’utilizzo droni, termocamere, unità cinofile e squadre a piedi, ma non hanno dato esito.

All’alba di questa mattina, appena le luci del giorno lo hanno consentito, sono decollati due elicotteri della Protezione civile per effettuare alcuni sorvoli. Attorno alle 7 è stato ritrovato il corpo senza vita della donna recuperato dall’elicottero SA1 con medico a bordo, che ha constatato il decesso. Le operazioni di riconoscimento e identificazione sono state affidate al Sagf della stazione di Cervinia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte