Vandali in azione a Gressan, preso a sassate uno schermo della sorveglianza

A denunciare l’episodio, avvenuto nella palestra di arrampicata artificiale, l’Amministrazione comunale: "Un gruppo di ragazzi ha letteralmente mandato in frantumi lo schermo della video sorveglianza, prendendolo a sassate".
Lo schermo della videosorveglianza vandalizzato a Gressan
Cronaca

Vandali in azione, nella serata tra sabato e domenica scorsi, nella palestra di arrampicata artificiale di Gressan.

A denunciare l’episodio l’Amministrazione comunale, sui social: “Un gruppo di ragazzi ha letteralmente mandato in frantumi lo schermo della video sorveglianza, prendendolo a sassate – si legge -. Peccato che questa volta gli sia andata male perché abbiamo le immagini dell’accaduto”.

Immagini che, spiegano ancora dal Comune, faranno scattare la denuncia ai Carabinieri. “Speriamo che le pene siano severe e servano da deterrente a nuovi atti vandalici”, chiude il post.

Lo schermo della videosorveglianza vandalizzato a Gressan
Lo schermo della videosorveglianza vandalizzato a Gressan

5 risposte

  1. Deidre perciò il fatto che abbiano una palestra di arrampicata gratuita per sfogarsi e divertirsi facendo sana attività non basta? Non facciamo semplificazioni da ignoranti. Ci sono sempre stati ragazzi inclini a questi tipi di atti e la complessità della questione andrebbe analizzata in maniera più apprfondita. Che ci sia un disagio è chiaro, che questo disagio sia originato da quanto dice lei invece è solamente un suo bias personale, una semplificazione che invece di cercare di capire il problema, lo chiude frettolosamente senza aprofondimenti ulteriori.

  2. Sono pienamente d’accordo…le istituzioni è vero possono fare dì più, ma nulla toglie all’educazione e alle buone maniere.Si puniamoli nel modo più severo possibile!! Utilizzando magari i lavori socialmente utili.

  3. Ma sì, e già che ci siamo frustiamoli e mettiamoli appesi all’albero del Sindaco a testa in giù! Forse se le istituzioni fossero più attente alle necessità dei giovani e li coinvolgessero in attività gratificanti , magari questi episodi non si verificherebbero più! Dobbiamo costruire ponti e non alzare muri, per dirla con il Papa!

    1. Mi faccia capire, quindi se ci sono dei vandali male educati dalle famiglie la colpa sarebbe delle istituzioni???

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte