Cultura e spettacolo di Redazione AostaSera |

Ultima modifica: 29 Ottobre 2019 9:56

30 eventi, 1135 biglietti strappati e 70 ospiti. Si chiude così la 4ª edizione di T*Danse

Aosta - Questo il bilancio dei sei giorni del Festival Internazionale della Nuova Danza di Aosta diretto da Marco Chenevier e Francesca Fini, e organizzato dalla compagnia TiDA Théâtre Danse alla Cittadella dei Giovani, conclusosi ieri, domenica 27 ottobre.

T DanseT*Danse

Oltre 30 eventi, 1135 i biglietti venduti, più di 100 gli studenti del Liceo Artistico di Aosta coinvolti nel progetto di alternanza scuola-lavoro e 35 le case degli abitanti messe a disposizione per i 70 ospiti coinvolti, tra edizioni presenti e passate, tra artisti, tecnici, operatori e critici della stampa nazionale.

Questo il bilancio dei sei giorni di T*Danse, il Festival Internazionale della Nuova Danza di Aosta diretto da Marco Chenevier e Francesca Fini, e organizzato dalla compagnia TiDA Théâtre Danse alla Cittadella dei Giovani di Aosta, conclusosi ieri, domenica 27 ottobre.

Chiusura che ha visto anche la premiazione degli IGers T*Danse, con i partecipanti al progetto #comunicadanzaAOSTA di Simone Pacini, fondatore del blog “fattiditeatro” che da anni lavora con progetti di formazione sulla comunicazione 2.0 attraverso il ‘social media storytelling’, e che ha visto coinvolti oltre 50 adolescenti.

La giuria composta da Chenevier e Fini – direttori artistici di T*Danse – Simone Pacini, ideatore del progetto, Renata Savo, responsabile Ufficio stampa e comunicazione dell’edizione 2019 del Festival, e Filippo Maria Pontiggia, videomaker di T*Danse e vincitore nel 2017, ha deciso di attribuire due Menzioni speciali oltre ai premi ufficiali: quella al team “@artedietrolequinte” per “il lavoro di squadra e la freschezza pop del linguaggio” e a “@mecem_04”, alias Emili Roux, “per la creatività con cui ha saputo attraversare un’installazione artistica”.

A Chloe Trento è andato invece il Premio Speciale Stories “per il piglio con cui ha approcciato il mezzo di comunicazione delle stories, documentando con cura e tempestività gli eventi del festival”, mentre vincono ex aequo Sara Galia “per la capacità di raccontare secondo un punto di vista originale le fasi di backstage e le masterclass del festival” e Micol Trapani “per aver descritto minuziosamente sensazioni personali, con testi avvincenti e legati con puntualità alle immagini”.

Tag:

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

Commenta questo articolo