Alla Tipografia Valdostana la 14esima edizione del Premio «René Willien»

A «Les Reines en Vallée D'Aoste-50 ans de batailles» di Christiane Dunoyer e Livio Munier il primo premio del premio letterario. Premiati anche "Emile Chanoux. Anthologie des écrits"di Paolo Momigliano Levi e "Une Vallée à découvrir" di Marinella Vaula.
I premiati della 14esima edizione del Premio letterario René Willien
Cultura
Per la pubblicazione «Les Reines en Vallée D’Aoste-50 ans de batailles» realizzata sotto la direzione di Christiane Dunoyer e Livio Munier, ad aggiudicarsi la 14esima edizione del premio letterario «René Willien» è stata la casa editrice Tipografia valdostana di Aosta.
«L’opera – si legge nella motivazione della giuria – frutto di lunghe ricerche sul terreno, si segnala per un approccio antopologico serio, esteso a tutta la regione nord-occidentale delle Alpi e che mette in primo piano uno degli aspetti più carattetistici della civilizzazione montanara valdostana. Molto curato dal punto di vista grafico e iconografico, il volume percorre le tappe fondamentali della storia delle battaglie de reines in Valle d’Aosta, analizzando sistematicamente il lavoro e l’impegno di 32 comitati. La Giuria riconosce ai due autori che si sono divisi il lavoro il merito di aver saputo padroneggiare la lingua francese che si rivela il mezzo d’espressione più naturale ed empatico in rapporto al contenuto della loro opera».

Il secondo premio è andato alla casa editrice «Le Château d’Aoste», per l’opera Emile Chanoux. Anthologie des écrits, a cura di Paolo Momigliano Levi. Nella motivazione del premio si evidenzia come l’opera sia in grado di «passare il ristretto cerchio degli specialisti e raggiunge pienamente l’obiettivo di far conoscere al lettore e ai valdostani in particolare l’eroica personalità e il rinvigorito pensiero dell’uomo al quale la Valle d’Aosta è in parte debitrice della rinconquista delle sue antiche libertà».

Infine, terzo scalino del podio, alla casa editrice «Anteprima d’Aoste» per l’opera  "Una Valle da scoprire. Une Vallée à découvrir", realizzata da Marinella Vaula. Del volume sono state premiate la capacità di equilibrio tra il testo bilingue e la parte iconografica, la perfezione tecnica e la seduzione estetica delle foto, l’immagine che l’opera fornisce della Valle: multiforme, multicolore, moderna e allo stesso tempo tradizionale.

La cerimonia di consegna dei premi è avvenuta sabato, nella sala dei Trofei del Castello reale di Sarre. A consegnare i riconoscimenti sono stati  il presidente della Regione Luciano Caveri e l’assessore regionale alla Cultura e Istruzione Laurent Viérin.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura
Cultura