Aosta, alla Saletta d’Arte un’esposizione dedicata ai mobilieri

Si intitola “Mani artigiane: la sedia” la mostra, a cura del Mav, che dal 12 gennaio sarà ospitata presso la Saletta d’Arte del comune di Aosta.
Mostra mobilieri
Cultura

Si intitola “Mani artigiane: la sedia” la mostra dedicata all’artigianato contemporaneo e in particolare al lavoro dei mobilieri, che dal 12 gennaio sarà ospitata presso la Saletta d’Arte del comune di Aosta.

Attraverso la sedia, oggetto simbolo dell’arredo domestico sin dai tempi più antichi, la mostra racconta il panorama artigianale valdostano dal passato al presente, le tecniche di costruzione e il design di un oggetto che resiste allo scorrere del tempo.

Sono 22 le opere esposte e rappresentano la variegata produzione dei mobilieri valdostani: dai manufatti antichi alle opere contemporanee, dai decori tradizionali al design. Partecipano alla mostra gli artigiani Franco Armand, Patrizio Berthet, Diego Bollon, Christian Caccamo, Salvatore Cazzato, Christian Chamonin, Flavio Chapellu, Mauro Danne, Giulio Michele Del Fino, Benonino Gerbore, Jonatha Gerbore, Christian Hugonin, Aurelio Junod, Ezio Lombard, Gianluca Mastella, Luciano Giovanni Tousco, Claudio Trento e Peter Trojer.

Accanto alle opere contemporanee prenderanno posto in mostra anche alcune sedie antiche e di pregio di collezionisti privati.

“Quest’azione si inserisce nell’operato culturale de L’Artisanà” – spiega in una nota il presidente dell’Ivat Bruno Domaine – “che tra i suoi obiettivi statutari ha la valorizzazione dell’artigianato, del passato e del presente. L’esposizione vuole porre l’attenzione del pubblico sull’importanza dei saperi e delle lavorazioni che si tramandano attraverso i secoli, ma anche sugli oggetti che diventano simbolo dell’evoluzione di un gusto e di un modo di vivere. Un tema il cui intento vuole andare principalmente nella direzione di valorizzare una delle molteplici categorie di artigiani di tradizione di cui il nostro ente si occupa, ovvero quello dei mobilieri.”

L’esposizione, in programma fino al 10 febbraio, è aperta al pubblico dal martedì alla domenica dalle 13 alle 19 con ingresso libero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura