Cultura e spettacolo

Ultima modifica: 16 Aprile 2019 15:35

Aosta, il 20 aprile David Riondino alza il sipario di “Les Mots”

Aosta - Fino al 5 maggio nella tensostruttura di Piazza Chanoux sfileranno scrittori, giornalisti, attori, musicisti e protagonisti dello spettacolo, declinando il tema della “tenacia”. Fra i protagonisti: Cognetti, Boralevi, Barbacetto, Ossini e Andrea Vitali.

David RiondinoDavid Riondino

Sarà il cantautore, attore, regista e scrittore David Riondino ad aprire sabato 20 aprile alle ore 11 la decima edizione di Les Mots. Fino al 5 maggio nella tensostruttura di Piazza Chanoux sfileranno scrittori, giornalisti, attori, musicisti e protagonisti dello spettacolo, declinando il tema della “tenacia”.

Quest’anno l’evento diretto da Arnaldo Colasanti vedrà la partecipazione di Paolo Cognetti con il suo ultimo lavoro “Senza mai arrivare in cima. Viaggio in Himalaya”. Il 22 aprile alle ore 18 arriva il vincitore del Premio Grinzane Cavour nel 1999, Filippo Tuena, il 23 aprile la scrittrice e blogger Nadia Terranova, il 24 la nuova “amica” della Valle d’Aosta Valeria Montaldi, il 24 il giornalista Gianni Barbacetto, il 26 il filosofo Giacomo Marramao, il 27 Antonella Boralevi e Romana Petri.

Protagonisti di Les Mots saranno anche: lo scrittore Daniele Nicastro (28 aprile), lo storico Sergio Luzzato (28), il critico Emanuele Trevi (29), Andrea Vitali (1° maggio), il conduttore tv Massimiliano Ossini (3 maggio), lo scrittore Luca Ricci (4 maggio) e il poeta Michele Caccamo (5 maggio).
A chiudere l’edizione 2019 del Festival saranno alle 19 del 5 maggio gli opinionisti Rosanna Sferrazza e Klaus Davi con l’appuntamento dal titolo “La tenacia in televisione”.

Altri appuntamenti da segnarsi sono un ricordo della tenacia dei mitici Fausto Coppi e di Pantani con Paolo Viberti (24 aprile alle 18) e ancora l’impegno per la legalità con il magistrato consigliere di Stato Francesco Caringella, nell’occasione della firma di un protocollo sulla legalità che vede la Procura del nostro territorio al centro di un’ampia adesione istituzionale.

Fra le novità di questa decima edizione una mostra che raccoglie le immagini della passate edizioni. La prima, dell’allora Babel, fu inaugurata da Lucio Dalla. 

Durante la conferenza stampa di presentazione l’Assessore alla Cultura, Laurent Viérin ha voluto ricordare quanto accaduto ieri alla cattedrale Notre Dame, esprimendo vicinanza alla Francia e ai francesi e annunciando una raccolta fondi che verrà avviata durante il Festival Les Mots.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>