I suoni di Courmayeur nel nuovo album di Max Casacci

“Urban Groovescapes” (Earthphonia II) è uscito oggi, venerdì 25 novembre, su tutte le piattaforme digitali. La traccia “A mountain city song” nasce dai tre micro-brani usati per la campagna promozionale estiva di quest’anno della località ai piedi del Monte Bianco.
Max Casacci Foto Giacomo Buzio
Cultura

I suoni di Courmayeur, registrati nell’estate 2021, sono nel nuovo album di Max Casacci, il musicista fondatore dei Subsonica. “Urban Groovescapes” (Eartphonia II), questo il titolo del lavoro, è uscito oggi, venerdì 25 novembre, per 42Records/35mm su tutte le piattaforme digitali.

“A mountain city song” (Courmayeur Mont Blanc) è una traccia strumentale che nasce dal lavoro sviluppato da Casacci su tre micro-brani, per raccontare il paese dell’alta Valle attraverso i suoni della sua natura, usata per la campagna promozionale di Courmayeur dell’estate scorsa.

“Questo album prende vita dal suono dello spazio urbano e lo trasforma in ritmo, armonia e colore. – spiega l’artista – E’ un tentativo di estrarre lo straordinario dal suono della quotidianità, ma anche e soprattutto un esercizio di immaginazione. Le città cambiano solo dopo che incominciamo a immaginarle differenti”.

“Courmayeur Mont Blanc – si legge in una nota del CSC – è l’unico “paese” incluso in un album che racconta principalmente le dimensioni urbane e i suoi suoni, ma si inserisce nella continuità del lavoro che l’artista torinese ha fatto per la destinazione turistica che si è promossa in questo modo durante la sua ultima stagione estiva”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Cultura

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte