Cultura e spettacolo

Ultima modifica: 16 Gennaio 2019 19:09

Il ciondolo ufficiale della 1019a Fiera di Sant’Orso è lo stambecco di Enrico Massetto

Aosta - Quest'anno l’onore e l’onere sono andati allo scultore professionista Enrico Massetto di Saint-Pierre che ha scelto lo stambecco, l'animale nobile, il Re della montagna, nonché simbolo del Parco Nazionale del Gran Paradiso.

Il ciondolo della 1019a Fiera di Sant'OrsoIl ciondolo della 1019a Fiera di Sant'Orso

Ogni anno la Fiera di Sant’Orso dona ai suoi artigiani un ciondolo che rappresenta in miniatura un oggetto della tradizione artigianale valdostana. Quest’anno l’onore e l’onere sono andati allo scultore professionista Enrico Massetto di Saint-Pierre che ha scelto lo stambecco, l’animale nobile, il Re della montagna, nonché simbolo del Parco Nazionale del Gran Paradiso. Insieme ai galletti e ai tatà, è un soggetto molto ricorrente e rappresentato sui banchetti espositivi della millenaria.

E in Fiera ci saranno anche otto stambecchi bianchi, numerati, da cercare e fotografare per poter partecipare alla “caccia al tesoro” pensata da AostaSera in collaborazione con lo stesso Massetto, e inserita nell’ambito del contest Instagram ufficiale sulla Fiera di Sant’Orso, #santorso2019.

Enrico Massetto
Enrico Massetto

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>