“La lettura è come un rock”: studenti invitati a sfidarsi fra musica e letteratura

Il concorso del Comune di Aosta in collaborazione con Envers Teatro e Arti di Eris chiede ai ragazzi, divisi in gruppi, di scegliere tre brani letterali e abbinare loro delle musiche. Le finali alla Cittadella dei giovani nel 2013.
La lettura è come un rock
Cultura

La Cittadella dei Giovani sarà protagonista tra gennaio e febbraio di una sfida un po’ particolare fra studenti delle scuole superiori. Sulle orme del progetto "10 pagine per 10 musiche" il Comune di Aosta in collaborazione con Envers Teatro e Arti di Eris, rispettivamente di Valeriano Gialli e Paola Corti, propone il concorso "La lettura è come un rock".

L’iniziativa, rivolta agli studenti delle scuole supeirori valdostane, propone ai partecipanti, divisi in gruppi, di scegliere tre brani letterali e di abbinare loro delle musiche. "I ragazzi – ha spiegato Valeriano Gialli – dovranno combinare il miglior matrimonio possibile fra letteratura e musica". Gli elaborati dovranno essere presentati entro il 21 dicembre nelle segreterie delle proprie scuole.

Tra il 18 gennaio e l’8 febbraio, nel corso di quattro serate alla Cittadella dei giovani, i partecipanti dovranno esporre i propri lavori al pubblico e alla giuria che li valuterà. La recitazione dei brani sarà a cura delle compagnie Envers Teatro e Arti di Eris.

In palio per gli studenti vi sono diversi premi: il Comune di Aosta offre 500 euro al gruppo vincitore della finale e 200 per un premio speciale attribuito dalla giuria, l’Alliance francaise 200 euro per la pagina francese più gradita mentre il Consiglio Valle, 350 euro per il 2° classificato, 300 per il 3°, 200 euro per la pagina  e per la musica più gradita e altre 200 euro per la presentazione più bella.

"Tutti i premi in denaro  – spiega Andrea Paron, Assessore comunale alla Cultura – saranno spendibili in buoni libri e buoni cd".

 

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura
Cultura

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte