Cultura e spettacolo

Ultima modifica: 9 Luglio 2019 15:00

La Salle, il 12 luglio riapre Maison Plassier

La Salle - Oltre all'appartamento al primo piano dove abitava il proprietario, lasciato intatto nel suo ricco allestimento originario, è possibile da quest'anno visitare anche il secondo piano, anch'esso arredato da Plassier e decorato da numerosi quadri di grandi dimensioni.

maison plassier - Ange Abrate, Skieur à Cordon (Sallanches)maison plassier - Ange Abrate, Skieur à Cordon (Sallanches)

Riapre al pubblico venerdì 12 luglio alle ore 17 Maison Plassier.

La dimora è stata donata, assieme a tutti gli arredi e la collezione di quadri contenuti, al Comune di La Salle dall’imprenditore Carlo Plassier (1929-2012). Secondo le volontà del donatore, la casa è stata aperta al pubblico nel 2018 come casa-museo. Oltre all’appartamento al primo piano dove abitava il proprietario, lasciato intatto nel suo ricco allestimento originario, è possibile da quest’anno visitare anche il secondo piano, anch’esso arredato da Plassier e decorato da numerosi quadri di grandi dimensioni.

maison plassier - Irène Pagès, Eté au Val Ferret
maison plassier – Irène Pagès, Eté au Val Ferret

Nello spazio espositivo al piano terreno la mostra Art et montagne ripropone il contesto delle esposizioni promosse a cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta a Sallanches e a Chamonix dalle massime autorità della Haute-Savoie e della Valle d’Aosta, dove si affiancavano i più noti pittori della montagna dei due versanti delle Alpi. Molti di questi artisti, cui Plassier era legato da rapporti di amicizia, sono presenti nella collezione: oltre a Mus, Nex, Balan e Zuppini, anche Ettore Berrone, Martino Martini, Felice Vellan, Antonio Conti, e gli amici d’Oltralpe, primo fra tutti Ange Abrate, e poi Marcel Wibault, César Bolletti, Irène Pagès.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>