L’archeoastronomia apre il ciclo di conferenze de “Le notti della scienza”

Tra le serate proposte nei mesi di ottobre e novembre ce ne sarà una dedicata ai timori legati alla fine del mondo nel 2012. La manifestazione si chiude con un appuntamento sui ricercatori e inventori valdostani.
Cultura
L’archeoastronomia, disciplina scientifica ibrida che coniuga l’osservazione e lo studio degli astri con la ricerca delle tracce del passato, aprirà il ciclo di conferenze organizzate nella saletta dell’Hotel des Etats, in municipio, nell’ambito “Le notti della scienza”, manifestazione dedicata alla divulgazione scientifica, giunta ormai alla quarta edizione. Questa sera, alle 21,00, il relatore Guido Cossard farà il punto della ricerca archeoastronomica in Valle d’Aosta, regione dove questa disciplina si sta affermando con vigore. Venerdì prossimo, il 9 ottobre, toccherà a Debora Penzo, che affronterà il tema dell’archeoastronomia nel documentario scientifico.
Il 16 ottobre Walter Ferreri guiderà il pubblico alla scoperta di un soggetto a cui sono stati consacrati film, documentari e libri che stanno riscuotendo, in questo momento, un grande successo di pubblico: il 2012 e la fine del mondo. In seguito, di venerdì in venerdì, sempre alle 9 di sera, i valdostani potranno apprezzare una conferenza intitolata “Dallo scavo al museo: le forme dell’archeologia”, a cura di Maria Cristina Ronc, il 23 ottobre, una serata su “Megalitismo e astronomia”, con Massimo Bonasorte, il 30 ottobre, per proseguire con “I celti, santi e navigatori”, con Elena Percivaldi, il 6 novembre, “L’area megalitica di Saint-Martin-de-Corléans”, con Gaetano De Gattis, il 13 novembre, “Le immagini raccontano la storia”, con Cinzia Joris, il 20 novembre, e infine “Ricercatori e inventori valdostani del passato", con Mauro Caniggia Nicolotti e Luca Poggianti, il 26 novembre.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura
Cultura
Cultura

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte