Cultura e spettacolo

Ultima modifica: 19 Giugno 2018 22:28

Le montagne valdostane protagoniste nel primo trailer ufficiale del “nuovo” Point Break

Aosta - Il remake del film culto del 1991, diretto da Kathryn Bigelow con protagonisti Keanu Reeves e Patrick Swayze, è stato girato in parte in Valle d'Aosta lo scorso anno, tra Valgrisenche e Courmayeur.

Un'immagine tratta dal trailer del remake di Point Break

Ve la ricordate la banda di rapinatori di banche, mascherati da ex presidenti degli Stati Uniti? E la strana coppia formata dal surfista Bodhi e dell’agente infiltrato dell’FBI Johnny Utah, interpretati magistralmente da Patrick Swayze e Keanu Reeves? I protagonisti di Point Break,  film culto del 1991 diretto da Kathryn Bigelow, stanno per tornare in un remake, anche se forse avrebbe più senso parlare di "reboot" viste le differenze rispetto all’originale, con una nuova storia da raccontare e nuovi attori (non proprio notissimi: nei panni all’epoca ricoperti da Swayze ci sarà Edgar Ramirez mentre al posto di Reeves è stato chiamato Luke Bracey) da "lanciare".

Tra i protagonisti del primo – promettente – trailer ufficiale, diffuso oggi online, ci sono anche le montagne della Valle d’Aosta e in particolare la zona del Monte Bianco. Il film, infatti, è stato girato in parte in Valle d’Aosta lo scorso anno tra Valgrisenche (Aiguille de la Grande Sassière) e Courmayeur (tra il massiccio del Petit Mont Blanc, il ghiacciaio Lex Blanches, Punta Helbronner ma anche il ghiacciaio de La Brenva), per alcune scene adrenaliniche girate in quota sullo snowboard.

Alla regia c’è Ericson Core, già direttore della fotografia di Fast and Furious, Payback, e regista di Imbattible e della serie Tv campione di ascolti in America The Courier, mentre la regia della Snowboard Unit è di Rob Bruce. 

Girato in dieci paesi nel mondo – in Italia oltre alla Valle d’Aosta è stato scelto il Salento – Point Break uscirà nelle sale a Natale del 2015. Rispetto alla versione del 1991 la pellicola sarà incentrata sugli sport estremi: non solo surf, quindi, ma anche paracadutismo, wingsuit, arrampicata su roccia e snowboard.

A supportare il progetto è stata la Film Commission Vallée d’Aoste in collaborazione con la Presidenza della Regione, Protezione Civile, Assessorato Territorio e Ambiente, Questura di Aosta, i sindaci di Valgrisenche e Rhêmes-Notre-Dame e le Guide Alpine di Courmayeur. 
 

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>