Lovebytes, sei giornate per interagire con le nuove tecnologie divertendosi

La manifestazione propone negli spazi della Biblioteca e dell’Espace Porta Decumano una serie di appuntamenti dedicati ai ragazzi tr i 12 e i 16 anni per interagire con le nuove tecnologie tra musica, lettura, interazione e nuove scoperte
Cultura
Stimolare gli adolescenti ad un uso diverso delle nuove tecnologie e dei media che fanno parte integrante della loro vita quotidiana. E’ questo uno degli obiettivi di Lovebytes, la manifestazione dedicata alle nuove tecnologie che vedrà protagonisti, tra il 19 e il 28 novembre negli spazi della Biblioteca e dell’Espace Porta Decumano, ragazzi tra i 12 e i 16 anni . L’evento, che si articolerà in diversi appuntamenti prende il via giovedì 19, dalle ore 16 alle 18, con Placard Mashup ,un concerto in cuffia che trasformerà gli utenti abituali della biblioteca in ascoltatori di musica ed effetti sonori generati dal computer e scomposti in una poltiglia sonora.
Sabato 21 novembre sarà la volta di  SMSWall: dalle 17.30 alle 21.30 la parete della biblioteca che si affaccia su Via E. Aubert diventerà una pagina bianca su cui saranno proiettati a caduta gli SMS inviati dalle persone di passaggio nella via. A chiudere il programma di appuntamenti sono le giornate che tra mercoledì 25 a sabato 28 novembre. I locali dell’Espace Porta Decumano, per l’occasione cambiano “pelle” e da spazi espositivi diventeranno luoghi di installazioni audio e video, luci, schermi e divani che faranno da cornice all’evento. Nei quattro giorni infatti si svolgeranno altrettanti workshop dove i ragazzi potranno interagire con le nuove tecnologie e i media in modo più consapevole e al tempo stesso creativo, sperimentando musica elettronica, , leggendo testi letterari attraverso il telefono cellulare per mezzo di QRcode, ovvero disegni complessi contenenti un codice da decriptare con un apposito software.
L’ideazione e la realizzazione del progetto sono curati dalla Biblioteca regionale in stretta collaborazione con l’associazione Présence Electronique e con il patrocinio dell’Assessorato regionale all’Istruzione e Cultura.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura
Cultura
Cultura

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte