Plaisirs de culture, dal 15 al 23 settembre ingresso gratuito ai castelli e siti archeologici

Oltre all’ingresso gratuito o a tariffa ridotta a siti, castelli e mostre l’appuntamento riserva quest’anno percorsi storici fra le vie cittadine e i quartieri meno conosciuti, conferenze e attività didattiche per bambini e famiglie.
Castello di Issogne
Cultura

Le porte della cultura valdostana tornano ad aprirsi gratuitamente al pubblico dal 15 al 23 settembre in occasione della sesta edizione di Plaisirs de Culture.

L’appuntamento si svolge in concomitanza con le Giornate europee del patrimonio promosse dal Ministero dei beni e delle attività culturali. Oltre all’ingresso gratuito o a tariffa ridotta a siti, castelli e mostre l’appuntamento riserva quest’anno percorsi storici fra le vie cittadine e i quartieri meno conosciuti, conferenze e attività didattiche per bambini e famiglie.

Il “la” all’appuntamento arriverà il 14 settembre alle ore 21 a Maison Lostan, palazzo nobiliare nel cuore di Aosta, di cui sono appena terminati i restauri. Qui il pubblico sarà accolto da una scenografia di suoni e luci studiata appositamente, e successivamente potrà visitare il palazzo con gli esperti della Sovrintendenza. Dopo l’inaugurazione le visite guidate proseguiranno nelle giornate del 19 e 21 settembre.

“Plaisirs de culture en Vallée d’Aoste è un invito a scoprire la ricca diversità del patrimonio culturale della Valle d’Aosta con la guida di esperti e professionisti del settore – ha spiegato nella conferenza stampa l’Assessore regionale alla cultura Paolo Sammaritani -. La rassegna promuove in tutta la regione una serie di iniziative legate alla cultura ed è anche l’occasione per presentare al pubblico le attività di ricerca, studio, restauro, valorizzazione e promozione messe in atto dagli uffici della Soprintendenza regionale.

Fra le tante proposte dell’edizione 2018, l’inaugurazione al Castello di Issogne del nuovo percorso espositivo dedicato alla figura di Vittorio Avondo (il 15 alle 16) o ancora la presentazione al Sarriod de La Tour, del nuovo apparato didattico e del pannello ligneo attribuito a Jean de Chetro (fine del XV secolo), recentemente entrato nelle collezioni regionali. L’Area Megalitica di Aosta sarà avvolta da intense improvvisazioni vocali rivolte ai megaliti (il 19 settembre dalle 17.30 alle 19), mentre il Museo Archeologico Regionale (MAR) propone attività didattiche per famiglie e bambini (sabato 15, sabato 22 dalle 17 e mercoledì 19 settembre dalle 15 ). In collaborazione con la Diocesi di Aosta sarà presentato il restauro degli affreschi della cappella di Marseiller a Verrayes con la concomitante apertura delle cappelle rurali di Challand-Saint-Victor e Gressan.

L’archivio storico regionale propone tre visite particolari della città: al quartiere Bicaria (18 settembre dcalle 17.30), al quartiere del Malconseil (19 setttembre dalle 17.30) e al Bourg Saint-Ours (20 settembre dalle 17.30, ritrovo in piazza Chanoux).  A Sarre l’Associazione Sarre 2mila8 organizza delle visite guidate agli affreschi di Giacomino da Ivrea e al Museo dell’Arte Sacra (il 19 settembre dalle 15 e il 22 dalle 14.30). A Quart sabato 15 e domenica 16 settembre aprirà il castello con la visita ai corpi di fabbrica restaurati nel corso del primo lotto dei lavori.

Il programma dettagliato delle iniziative è disponibile qui.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura
Cultura