Premiati i giovani musicisti per la musicazione dal vivo di film muti

I dieci finalisti sono stati protagonisti delle serate dedicate alla musicazione dal vivo di comiche americane nell'ambito del Festival Internazionale del Cinema Muto Musicato dal Vivo, Strade del Cinema. Primo premio al duo Federico Missio Movie kit.
Cultura
"Per l'ottima sensibilità musicale in accordo con le immagini e una scrittura musicale rispettosa della linearità narrativa. Individuazione e scelta dei temi estremamente adeguata al clima della pellicola, capace tuttavia di lasciar trasparire e gustare un'interpretazione musicale personale, intima e nel contempo facilmente accessibile. Apprezzato l'utilizzo magistrale della composizione melodica, del suo sviluppo e del suo ritorno che ha reso la visione della pellicola fluida e mai scontata".
Con questa motivazione la giuria ha assegnato il primo premio, 1.500 euro per comporre l'accompagnamento musicale di un film muto messo a disposizione dalla Cineteca del Museo Nazionale del Cinema di Torino ed eseguirlo dal vivo nel corso di una serata speciale al prestigioso Cinema Massimo di Torino, oltre alla registrazione sul cd della collana Notes on Frames, al duo Federico Missio Movie kit, composto dal Federico Missio al sax soprano e da Juri Dal Dan al pianoforte.

Si è svolta questa mattina, mercoledì 12 agosto, nella saletta Hôtel des Etats del Comune di Aosta, la premiazione del Concorso Giovani Musicisti Europei 2009: la sezione dedicata ai giovani musicisti che desiderano confrontarsi con la musicazione dal vivo di film muti, da sempre parte integrante del Festival Internazionale del Cinema Muto Musicato dal Vivo Strade del Cinema.

Al secondo posto, grazie al quale vedrà la sua musicazione pubblicata nel cd della collana Notes on Frames, si è piazzato Illya Amar con il suo vibrafono: "La musica di Illya e la sua esibizione – si legge nella motivazione – ci hanno accompagnati per tutto il film in un clima onirico e colmo di sensibilità. Un ottimo utilizzo del vibrafono in tutte le sue sfumature, senza eccessi e con rigore, in un lavoro ben finalizzato. Sottolineiamo la capacità di integrare con fluidità le scene puntuali dell'azione nel discorso musicale".

Il terzo premio, che consiste sempre nella musicazione pubblicata nel cd della collana Notes on Frames, è andato al gruppo Parallelodramma, Leonardo Rizzi alla chitarra, Agostino Longo al pianoforte, Matteo Calabrese al basso elettrico e Giuseppe Sardina alla batteria, per "la spontaneità, l'energia e la freschezza della musicazione che ha saputo interpretare in chiave non scontata il piano narrativo e linguistico della pellicola. Particolarmente apprezzato l'eclettismo stilistico che ha permesso l'attraversamento di generi musicali differenti in modo mai caricaturale e sempre a servizio dell'immagine. Spiccata sensibilità corale di sottolineare, con una scelta compositiva puntuale e originale, la complessità ritmica delle immagini e delle azioni".

Ad aggiudicarsi il premio del pubblico è stato, infine, il pianista Simone Maggio.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura
Cultura

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte