Si chiude Courmayeur in Danza dopo due anni di stop: “Uno splendido ritorno alla normalità”

La manifestazione, che dal 2005 porta i grandi nomi della danza ai piedi del Monte Bianco, si è chiusa il 9 luglio. Madrina della 17ª edizione è stata Alessandra Celentano, volto noto dal talent show Amici di Maria De Filippi. Il “Trofeo Danza sul Bianco” realizzato dal maître cristallier Franco Lucianaz è stato vinto dalla Scuola di Danza “Ballando sul Mondo” di Brandizzo.
Alessandra Celentano con gli allievi master a Courmayeur in danza
Cultura

Si è chiusa sabato 9 luglio la 17ª edizione di Courmayeur in Danza, manifestazione organizzata dall’Associazione culturale Freebody di Vercelli in collaborazione con il Comune di Courmayeur ed il patrocinio della Regione che dal 2005 porta i grandi nomi della danza professionale ai piedi del Monte Bianco.

Ottanta circa gli allievi che da diverse parti d’Italia hanno partecipato allo stage di perfezionamento della tecnica con le lezioni tenute dai professionisti internazionali Elisabetta Seratoni (Tecnica Classica), Brian Bullard (Broadway style con canto in inglese), Oliviero Bifulco (Tecnica Modern), Loredana Avagliano (Jazz e Contemporaneo), Little Phil (Hip-Hop), con la direzione artistica di Daniela Tricerri, ideatrice della manifestazione.

L’ospite d’eccezione della rassegna è stata l’insegnante e coreografa Alessandra Celentano, volto noto dal talent show Amici di Maria De Filippi, che per l’intera giornata di domenica 3 luglio ha tenuto delle lezioni esclusive di danza classica al Jardin de l’Ange, aperte anche ai non iscritti allo stage con la formula “Iscrizione giornaliera”.

L’ambito “Trofeo Danza sul Bianco”, invece, realizzato dal maître cristallier Franco Lucianaz che ogni anno viene assegnato alla migliore coreografia in lizza per il concorso online, è stato vinto dalla Scuola di Danza “Ballando sul Mondo” di Brandizzo (TO) per la coreografia dal titolo “Nonno Hollywood”. Quest’anno la giuria internazionale era formata da artisti di fama mondiale: Anderson Ferrell, romanziere americano nominato per il Premio Pulitzer e vincitore di un Whiting Award nel 1996, e da Dirk Lumbard, attore, cantante e ballerino di Tap Dance che durante il soggiorno a Courmayeur ha impartito delle lezioni ai ragazzi, oltre ad esibirsi in più di una performance.

Courmayeur in danza, l'esibizione allievi
Courmayeur in danza, l’esibizione allievi

Tra le novità di questa edizione il Laboratorio di Musical per bambini dai 5 ai 7 anni che hanno portato in scena “Annie”, la serata goliardica “Courmayeur’s got talent” di mercoledì 6 luglio al Jardin de l’Ange durante la quale è stata anche premiata la challenge della “Fotografia della settimana” promossa dal Giardino botanico alpino Saussurea e la prova pratica di giovedì 7 luglio alle Terme di Pré-Saint-Didier sull’utilizzo delle campane tibetane.

Ancora, sabato è andato in scena al Courmayeur Cinéma il Gran Galà conclusivo della manifestazione. Durante la serata si sono susseguite le emozionanti coreografie degli allievi partecipanti allo stage seguite dalla consegna del 7° premio intitolato alla memoria di Helen Nathan Loro Piana, madrina dell’evento sin dalla prima edizione, destinato ad un giovane danzatore talentuoso che è riuscito a trasformare la propria passione in professione, intraprendendo la carriera di ballerino professionale e che ha partecipato allo stage Courmayeur in Danza.

A vincere il riconoscimento è stato Paolo Barbonaglia di Palestro, cresciuto nella Scuola di Danza Freebody di Vercelli e componente del corpo di ballo junior della trasmissione “Io canto”, le cui coreografie sono state curate dall’ideatrice e direttrice artistica di Courmayeur in Danza Daniela Tricerri. Il ballerino attualmente fa parte della Compagnia del Balletto di Roma ed è in teatro con “Romeo e Giulietta”.

Proprio Tricerri spiega: “È stata un’edizione di successo, ricca di novità, sorprese e grande gratificazione. Uno splendido ritorno alla normalità dopo anni segnati dalla pandemia. Inoltre, a tutti i ragazzi iscritti allo stage è stata offerta l’opportunità di partecipare alla realizzazione del film-documentarioPasso a due – Danza per un cielo fragile’ che tratta il tema dell’inquinamento luminoso e che avrà come protagonisti due ballerini della Compagnia del Teatro alla Scala di Milano, Mick Zeni e Giulia Schembri: sarà una bellissima esperienza per tutti questi giovani danzatori che permetterà loro di mettere un piedino nel mondo professionale”.

La foto di rito davanti al comune di Courmayeur con allievi e insegnanti
La foto di rito davanti al comune di Courmayeur con allievi e insegnanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura