Traditèn: a Charvensod la veillà che ripercorre antici mestieri tra musica e animazioni

La Veillà si svilupperà tra le viuzze, i cortili interni, le cantine, le stalle e gli angoli nascosti del borgo storico di Charvensod, nelle frazioni Le Coassod, La Chavanaz, Le Bourneau, Les Borbey, Les Combes, Le Château.
Traditen
Cultura
Inizia questa sera alle 19 la seconda edizione di Traditèn, del comune di Charvensod, la rivisitazione storica degli antichi mestieri ma non solo a cavallo delle festività natalizie e di fine d’anno. L’ultimo martedì del 2009, la collaborazione tra l’amministrazione comunale e le associazioni del territorio, una macchina organizzativa di circa 130 persone, si tradurrà in esposizioni, atelier interattivi e degustazioni. La Veillà si svilupperà tra le viuzze, i cortili interni, le cantine, le stalle e gli angoli nascosti del borgo storico di Charvensod, nelle frazioni Le Coassod, La Chavanaz, Le Bourneau, Les Borbey, Les Combes, Le Château.

Traditèn proporrà inoltre testimonianze e modi di dire, spettacoli interattivi, supportati da esposizioni fotografiche, teatrali e musicali, mentre negli atelier sparsi i visitatori potranno personalmente calarsi, nei mestieri d'antan, non solo guardando, ma anche provando le antiche professioni.

A livello logistico sono stati predisposti spazi di sosta nelle aree pubbliche, nel vicino parcheggio dell'area Cogne di Aosta, e sarà inoltre a disposizione una navetta gratuita che porterà i visitatori direttamente nel cuore della manifestazione.
Buvette, degustazioni, canti e spazi danzanti sono previsti lungo il percorso del borgo ma, per chi preferisce stare seduto, a prezzo convenzionato ci sono la trattoria Limonet e il ristorante Monte Emilius che proporranno due meno tipici.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura
Cultura

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte