Bollo auto: niente di più semplice e veloce da pagare

Pagare il bollo online è diventata una semplice procedura da fare comodamente seduti a casa nostra o in pausa a lavoro, in pochissimi minuti, durante anche la più breve pausa che scandisce il ritmo serrato del più frenetico stile di vita.
bollo auto
Curiosità

Una volta il pagamento della tanto temuta tassa automobilistica “ostacolava” le nostre abitudini quotidiane. Oggi, invece, la tecnologia ci viene in aiuto e, in men che non si dica, il bollo auto è pagato e archiviato fino all’anno successivo.

Prima dell’avvento della tecnologia a supporto del nostro quotidiano, dimenticarsi di pagare il bollo auto era purtroppo all’ordine del giorno. Oggi, invece, è un evento assai raro, grazie alle nuove modalità di controllo della scadenza, con utili e friendly reminder annessi, impostabili tranquillamente in tutta autonomia attraverso l’utilizzo di semplici servizi.

Pagare il bollo online è diventata una semplice procedura da fare comodamente seduti a casa nostra o in pausa a lavoro, in pochissimi minuti, durante anche la più breve pausa che scandisce il ritmo serrato del più frenetico stile di vita. Lo smartphone, ormai diventato prolungamento dei nostri arti superiori, consente di pagare la tassa automobilistica annuale in pochi semplici click, grazie alle varie app dedicate, scaricabili su qualsiasi device da uno dei più conosciuti store.

Scadenza, calcolo e pagamento in pochi semplici click

Di qualunque regione d’Italia si tratti la tassa automobilistica annuale è diventata di facile controllo, calcolo e pagamento. Tutti passaggi, questi, che possono essere effettuati comodamente online, senza per forza di cose doversi presentare di persona presso gli enti ufficiali (o presso terzi che sono in possesso della concessione) preposti alla riscossione del bollo auto.

Tenere a mente tutte le scadenze annuali, per le quali una facile svista ha come conseguenza una mora di pagamento, non è semplice. Ecco perché è molto utile avere a portata di mano degli strumenti che ci permettano di verificare la prossima data di scadenza del bollo auto, oppure impostare utili alert sopra già denominati come “friendly reminder”.

Nel caso si desideri pagare attraverso il portale ACI, sarà necessario avere a portata di mano la targa dell’autoveicolo per la verifica dell’importo da corrispondere. La carta d’identità elettronica (CIE) o l’identità digitale abilitata a SPID (Public Digital Identity System), invece, servirà per procedere al controllo della scadenza e per effettuare il pagamento, così da poterlo finalizzare come la semplice procedura, a prova di “inesperto tecnologico”, richiede.

Vediamo ora insieme tutti gli step necessari al controllo e al pagamento dell’annuale tassa automobilistica.

Una scadenza mai più soggetta a dimenticanza

A patto che un’app specifica per questo tipo di funzione non sia già stata installata sul proprio smartphone, quello di cui ci avvaliamo quotidianamente per sbrigare le più diverse necessità giornaliere (partendo dal presupposto che sarebbe consigliabile averla), il portale più conosciuto è senza ombra di dubbio quello dell’Automobile Club d’Italia (ACI). È da tenere comunque presente che anche quello della regione di residenza, a cui l’intestatario del veicolo fa riferimento, andrà ugualmente bene.

L’inserimento delle credenziali relative all’identità digitale avvieranno la procedura. Una volta convalidato l’accesso, sarà possibile registrarsi al servizio di promemoria automatico e completamente gratuito dell’Ufficio Tributi della regione.

Sarà poi sufficiente inserire alcune semplici informazioni, quali indirizzo e-mail, codice fiscale e targa (le uniche obbligatorie) e registrarle con un semplice click.

Una e-mail di conferma di avvenuta registrazione sarà immediatamente inviata alla casella di posta elettronica indicata in fase di registrazione.

Qualche giorno prima della scadenza del bollo auto, un’ulteriore e-mail automatica segnalerà la necessità di effettuare il pagamento, così da essere in regola con la dovuta annualità.

Un sms contenente l’informazione sulla data entro la quale dovrà essere effettuato il pagamento e l’importo da versare, sempre che durante la compilazione sia stato inserito anche un numero di cellulare, seguirà l’invio della mail, così da avere la funzione di doppio controllo a prova di smemorato.

Calcolo veloce e senza errori

Il portale dell’ACI mette a disposizione anche il servizio di calcolo del bollo (unitamente a quello del superbollo) e dà la possibilità, in tempo reale, di venire a conoscenza dell’importo della tassa automobilistica regionale/provinciale da corrispondere.

Gli appositi quattro campi da compilare con i dati del veicolo e dell’intestatario (regione di residenza, targa e tipo dell’auto, tipo di pagamento) forniranno l’immediata data di scadenza da rispettare, così da non incorrere nelle penali previste. Nel caso in cui, invece, la nostra memoria ci avesse tratto in inganno e il bollo auto risultasse già pagato, il sistema ne evidenzierà la correttezza dei dati e il pagamento già pervenuto.

Pagamento intuitivo in pochi step

Direttamente al termine della procedura di calcolo sopra esposta, sarà possibile effettuare il pagamento, qualora il sistema ne avesse rilevato la mancata ricezione.

A questo step si potrà accedere, in alternativa, senza dover passare dalla procedura di calcolo, avendo magari già in mente l’importo dovuto.

Dopo aver inserito password e nome utente dell’identità digitale o gli estremi della carta d’identità elettronica, il sistema rileverà immediatamente tutti gli autoveicoli collegati al proprietario dei dati appena inseriti.

Una volta selezionato il veicolo per il quale si dovrà pagare il bollo auto, basterà inserire la targa, la regione di competenza, il numero pratica o il codice avviso contenuti sul documento ricevuto per posta.

Convalidando poi i semplici step che seguiranno, il pagamento sarà contabilizzato in tempo reale e immediatamente estinto.

Il pagamento del bollo auto non è da effettuarsi obbligatoriamente prima del termine di scadenza ma basterà corrisponderlo a partire dal primo giorno del mese successivo. Nel caso in cui si trattasse del pagamento relativo a un nuovo autoveicolo appena registrato, si dovrà, invece, prendere in considerazione la data di immatricolazione.

In conclusione, pagare il bollo online è oggi una delle cose più semplici da fare. Che sia su un portale della regione, che sia su quello dell’ACI, che sia da un’app installata sul nostro smartphone, effettuare la transazione porterà via solo pochi minuti del nostro tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte