Economia e lavoro di Luca Ventrice |

Ultima modifica: 28 Novembre 2020 19:11

La Scott di Gignod chiude i battenti

Gignod - L’assemblea dei soci della SPF, multinazionale svizzera proprietaria del marchio e presente in Valle dal 1984, ha deciso la cessazione dell’attività e la messa in liquidazione della società. La Fim-Cisl: "Si chiude un altro pezzo di storia della metalmeccanica valdostana”.

Lo stabilimento Scott di GignodLo stabilimento Scott di Gignod

Martedì 1° dicembre la Scott, a Gignod, chiuderà i battenti.

A comunicarlo è la Fim-Cisl. L’assemblea dei soci della SPF, la multinazionale svizzera del settore sport proprietaria del marchio e presente in Valle d’Aosta dal 1984, ha deciso la cessazione dell’attività e la messa in liquidazione della società.

“Una chiusura dell’azienda che lascia a casa 14 persone – scrive il sindacato -, con contratto a tempo indeterminato, che erano attive nello stabilimento di Gignod. Si chiude, a seguito di un periodo di grande sofferenza economica, con diverse stagioni tribolate, acuite dall’emergenza sanitaria collegata al Covid-19 di questo 2020, un altro pezzo di storia della metalmeccanica valdostana”.

I bastoncini da sci, fabbricazione di eccellenza che usciva dallo stabilimento valdostano con il marchio dell’associata Scott, ha vissuto momenti di grande produzione e redditività (nei primi anni ’90 si contavano oltre 60 dipendenti), ma negli ultimi anni si attestava su 150mila paia di bastoncini prodotti e il calo di questo anno era stimato al 25% e addirittura al 50% la previsione 2021.

“La Scott chiude così tristemente il suo percorso – prosegue la nota Fim-Cisl -. Con l’interlocuzione delle organizzazioni sindacali rappresentate nell’incontro a Gignod dal segretario generale del sindacato Fausto Renna, sono state ottenute alcune garanzie. Assicurato l’incentivo all’esodo, con la corresponsione di alcune mensilità e il regolare pagamento delle quote dovute a tutti i quattordici dipendenti in forza; spettanze che saranno liquidate entro la fine del 2020. Martedì 1° dicembre 2020 la Scott chiude l’attività, e all’interno dello stabilimento resteranno attivi, per un periodo di cinque mesi, cinque lavoratori, impegnati a portare a termine tutte le operazioni di dismissione delle attrezzature. Il sindacato si è già adoperato con l’Assessorato per le Attività produttive dell’Amministrazione regionale per intercettare possibili politiche, sia attive che passive, con la definizione di specifici percorsi”.

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

Commenta questo articolo