Aggregazione dei Confidi: “Un’operazione necessaria e vantaggiosa per le imprese socie”

Nel corso di questi ultimi anni il mondo dei Confidi si è trasformato acquisendo competenze professionali e organizzative importanti al fine di sostenere le imprese: ora i Consorzi sono chiamati a un ulteriore sforzo per dare vita ad un organismo di rilev
Lo staff del CNA
Economia

Nel corso di questi ultimi anni il mondo dei Confidi si è trasformato acquisendo competenze professionali e organizzative importanti al fine di sostenere le imprese: in questo momento, i Consorzi sono chiamati a un ulteriore sforzo per dare vita ad un organismo di rilevante importanza, anche per dialogare con le banche e le istituzioni. Considerati il radicamento sul territorio e la sinergia con gli enti della nostra Regione, la Confederazione Nazionale dell’artigianato e della Piccola e Media Impresa – Valle d’Aosta auspica fortemente che "i Consorzi trovino un accordo in loco, senza essere obbligati a rivolgersi a partner esterni alla Valle d’Aosta per poter ottenere i requisiti richiesti dalla Banca d’Italia".

Nell’interesse delle proprie imprese associate, inoltre, Cna-Valle d’Aosta intende sottolineare la necessità che "tutte le Associazioni di categoria interessate si adoperino affinché i due Consorzi pongano in essere e azioni necessarie per completare entro il termine stabilito il processo di fusione al fine di ottenere l’iscrizione all’Albo degli Intermediari Finanziari, che rappresenta il requisito fondamentale per consentire al Confidi la gestione dei fondi pubblici".

Quest’operazione di fusione, secondo Cna, porterebbe diversi vantaggi anche dal punto di vista economico: "Oltre a rafforzare il patrimonio garantirebbe il risparmio dei costi attraverso l’eliminazione delle aree di attività e dei principali servizi con economie di scala nelle funzioni organizzative e aumenterebbe i volumi d’impieghi e quindi le entrate attraverso la gestione delle risorse pubbliche regionali, destinate a incrementare i fondi rischi a garanzia dei finanziamenti alle imprese socie".

Infine, secondo Cna, questi vantaggi avrebbero "ricadute positive anche per i singoli soci imprenditori grazie alla maggiore possibilità di accesso al credito bancario e a un costo del denaro più basso e a un maggior numero di prodotti e servizi finanziari a disposizione dei soci".

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia
Economia
Economia