Anche la Cgil valdostana si mobilita contro la manovra finanziaria

“Chiederemo un incontro con il presidente della Regione Rollandin - ha detto Falcomatà - in quanto componente della conferenza delle Regioni per essere aggiornati sugli sviluppi di questa manovra”.
Da sinistra Lo Verso, Falcomatà e Foletto
Economia

Anche la Cgil valdostana si mobilita in vista della manifestazione nazionale che si terrà a Roma il 12 giugno prossimo contro la manovra finanziaria che il Governo intende varare. "E' un provvedimento che colpisce pesantemente i soliti noti, cioè chi le tasse le paga già. Si tagliano i servizi e si colpiscono le fasce deboli", ha dichiarato il segretario valdostano, Domenico Falcomatà, durante la conferenza stampa di oggi, giovedì 3 giugno.

"Chiederemo un incontro con il presidente della Regione Rollandin – ha aggiunto Falcomatà – in quanto componente della conferenza delle Regioni per essere aggiornati sugli sviluppi di questa manovra".

"E' molto probabile che le misure previste dalla manovra – ha detto Marco Lo Verso, segretario della Cgil Funzione pubblica – abbiano effetti anche sulla contrattazione del pubblico impiego che sul nostro territorio avviene separatamente". Stesse preoccupazioni anche sul fronte della scuola: "Il sistema formativo valdostano – ha dichiarato Katya Foletto, segretaria di Cgil Flc – è più efficiente ma più costoso. Ci chiediamo fino a che punto questo modello possa tenere, visti i continui attacchi da parte del Governo".

La Cgil ha messo in programma due assemblee territoriali: mercoledì 9 giugno alle 17,30 alla sala polivalente del palazzetto di Pont-Saint-Martin e giovedì 10 giugno alle 17,30 presso la sede di via Binel, 24 ad Aosta.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte