Casinò, mercoledì riprendono le trattative sul piano di riduzione dei costi

L'incontro fa seguito al faccia a faccia di martedì scorso nel quale l'azienda aveva presentato ai sindacati un'ipotesi di taglio sul costo del personale da 11.700.000 euro.
Il casinò di Saint-Vincent
Economia

Mercoledì caldo sul fronte sindacale. Accanto alla partita dei 15 licenziamenti annunciati dalla Svap, con lo sciopero proclamato per il 5 di febbraio, i sindacati saranno impegnati in un altro match intenso: quello con la Casa da gioco valdostana. Con una lettera del direttore del personale, Rodolfo Buat, le segreterie regionali di Cgil, Cisl, Savt, Uil, Snalc e Ugl sono state chiamate per mercoledì alle 16.30 al Centro Congressi del Grand Hote Billia per, come si legge nell’ordine del giorno della convocazione, proseguire il confronto sul piano aziendale di riduzione dei costi.

L’incontro fa seguito al faccia a faccia di martedì scorso nel quale l’azienda aveva presentato ai sindacati un’ipotesi di taglio sul costo del personale da 11.700.000 euro. Documento contro il quale, oltre ai sindacati, si erano scagliate le forze di opposizione in Consiglio Valle che avevano chiesto e ottenuto una convocazione urgente dell’Amministratore unico della casa da gioco, Luca Frigerio.

Dopo l’approvazione di una risoluzione, targata Uv e Stella Alpina, che prevede una riduzione delle retribuzioni anche per i dirigenti della Casa da gioco, era arrivata la proclamazione da parte dei sindacati di due giorni di sciopero per il 31 gennaio e il 1° di febbraio. Agitazione subito rientrata dopo la disponibilità di Buat, annunciata con una lettera ai sindacati, a ritirare l’ipotesi di accordo, riaprendo quindi la trattativa e garantendo al contempo il pagamento dei premi del 2013, con un anticipo nel mese di gennaio, e il saldo nel mese di febbraio. Decisione che come chiarito a ruota da una nota della Casa da gioco non corrisponde "ad un passo  passo indietro, né potrebbe esserlo visto il permanere delle esigenze di riequilibrio economico e finanziario connesse al piano industriale.".

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia
Economia
Economia

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte