Chiuso in un mese l’iter per i ristori ai Maestri e alle scuole di sci

È infatti cominciata la distribuzione dei 3 milioni 948mila 058,76 euro spettanti alla Valle d’Aosta, ripartiti in modo da privilegiare i professionisti che svolgono l’attività in modo continuativo, e con una quota fissa per chi non esercita o lo fa saltuariamente. Sono state 950 le domande presentate.
Economia

Alla vigilia della stagione invernale – che in Valle d’Aosta inizia oggi con l’apertura degli impianti di Breuil-Cervinia – i maestri di sci e scuole di sci hanno iniziato a ricevere i contributi per far fronte all’emergenza Covid-19, stanziati dal Governo nazionale e che la Regione ha successivamente deciso di affidare in gestione all’Associazione Valdostana Maestri di Sci.

In poco più di un mese l’iter è iniziato ed è concluso – si legge in una nota – grazie anche alla gestione diretta dell’Associazione che si è fatta carico di portare avanti il procedimento, sulla base di quanto deliberato dal Governo regionale e attraverso l’apposita piattaforma aperta il 13 settembre e chiusa il 6 ottobre.

A distanza di una settimana è iniziata la distribuzione dei 3 milioni 948mila 058,76 euro spettanti alla Valle d’Aosta, ripartiti in modo da privilegiare i professionisti che svolgono l’attività in modo continuativo, destinando invece una quota fissa per chi non esercita o lo fa saltuariamente. Sono state 950 le domande presentate.

“Ringrazio l’Associazione Valdostana Maestri di Sci per il grande lavoro di sensibilizzazione dei propri associati e per la successiva istruzione delle pratiche – ha spiegato l’Assessore al Turismo Jean-Pierre Guichardaz –, la sinergia virtuosa ha permesso di accelerare l’erogazione di questi importantissimi contributi a favore di una categoria fondamentale nel nostro sistema turistico e sportivo. Categoria che ha patito enormemente la pandemia e le sue conseguenze e che speriamo possa tornare a lavorare con rinnovato entusiasmo”.

“Questa ci ha permesso di accelerare sui tempi e per questo ringrazio chi ha operato al mio fianco sinergia – gli fa eco il Presidente dell’Associazione Beppe Cuc –, a iniziare dalla Giunta regionale e, in particolare, l’assessore Guichardaz e il suo staff. Insieme abbiamo condiviso un percorso, l’impostazione del sistema e il metodo di ripartizione. Siamo molto soddisfatti, abbiamo fatto squadra e siamo riusciti a concludere questo iter complesso proprio alla vigilia di una stagione fondamentale per gli sport invernali. Ora siamo pronti a ripartire, con la speranza di andare verso la piena normalità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società