Electro Power Systems si radica in Valle e presenta la nuova versione del rivoluzionario ElectroSelf

Mercoledì 16 marzo il cofondatore e amministratore delegato dell'Electro Power Systems, Adriano Marconetto, illustrerà l'ampliamento della fabbrica e il prodotto ElectroSelf, il primo e unico sistema a fuel cell al mondo che si autoricarica.
Adriano Marconetto - Electro power systems
Economia

Saranno illustrati domani, alle ore 11, nel corso di una conferenza stampa, l’ampliamento e i risultati di tre anni di ricerche della Electro Power Systems, azienda leader a livello internazionale nella progettazione e produzione di sistemi a fuel cell a idrogeno per il mercato del backup elettrico. Nel corso dell’incontro, il cofondatore e amministratore delegato dell’Electro Power Systems, Adriano Marconetto, illustrerà l’ampliamento della fabbrica, oggi tre volte più grande rispetto alle dimensioni originali del 2008, anno dell’insediamento, e i risultati che hanno portato l’azienda alla nuova versione del rivoluzionario prodotto ElectroSelf.

Tale prodotto, interamente pensato, sviluppato e realizzato nella fabbrica aostana, rappresenta il primo e unico sistema a fuel cell al mondo che si autoricarica. Nell’occasione, verrà anche presentato il prossimo piano di sviluppo triennale dell’azienda, impegnata in una forte attività commerciale internazionale e, in parallelo, in un ulteriore concreto radicamento in Aosta. All’incontro e alla visita saranno presenti anche  il Presidente della Regione Augusto Rollandin e l’Assessore alle attività produttive Ennio Pastoret che visiteranno l’azienda localizzata all’Espace Aosta, in via Lavoratori Vittime del Col du Mont, 36.

“Il percorso di Electro Power Systems, – dichiara l’Assessore Ennio Pastoret – inizialmente incubata nella Pépinière di Aosta ed attualmente insediata negli spazi di Vallée d’Aoste Structure, dimostra che il complesso dei servizi disponibili presso l’area regionale rappresenta un importante volano per lo sviluppo industriale, con importanti ricadute economiche per la nostra regione”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia