Etichette e vino, Caveri: “Tuteliamo il settore e le viticolture eroiche”

Durante la riunione della delegazione italiana del Comitato europeo delle Regioni, l’assessore ha voluto schierarsi contro la nuova etichettatura adottata dall’Irlanda che indica quali cancerogene tutte le bevande alcoliche.
Vino - vigna - vini - viticoltura
Economia

A poche settimane dalla decisione dell’Irlanda di riportare su bottiglie di vino, birra e liquori specifiche avvertenze circa i rischi di un loro abuso, la Valle d’Aosta si schiera in difesa del settore vitivinicolo. L’assessore Affari europei, innovazione, Pnrr e politiche nazionali per la montagna, Luciano Caveri, ha voluto dare il proprio appoggio alla mobilitazione a contrasto di una etichettatura che definisce cancerogene tutte le bevande alcoliche. L’occasione per tale presa di posizione è stata offerta dalla riunione della delegazione italiana del Comitato europeo delle Regioni, l’assemblea che durante la giornata di ieri, mercoledì 15 marzo, ha riunito enti regionali e locali provenienti da tutta l’Europa.

“La dichiarazione congiunta ricorda come il settore vitivinicolo abbia un ruolo fondamentale per l’economia dell’intera Unione europea, dando lavoro a milioni di persone e garantendo la sostenibilità delle economie locali in molte regioni e aree rurali – il commento di Caveri -. Questo vale anche per viticolture eroiche come quelle delle zone montane della Valle d’Aosta, dove accanto a un ruolo significativo per il settore agricolo vi è anche una logica di tutela del territorio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte