Futuro ‘nero’ per la finanza regionale: i tagli del Governo si ripercuotono sulla XIII legislatura

Le Regioni a Statuto speciale e le Province autonome dovrebbero, ripartendo la cifra fra di loro con criteri da definire, contenere la spesa complessiva di 600 milioni per il 2009. Caveri avverte sui rischi della Finanziaria 2009 del Governo.
Luciano Caveri, Presidente del Consiglio dell'Università e Presidente della Regione
Economia
La preoccupazione per il futuro delle finanze regionali è tutta contenuta in una nota del Presidente delle Regione Luciano Caveri che avverte sui rischi cui andranno incontro le Regioni a Statuto speciale e le Province autonome rispetto al decreto legge che il Consiglio dei Ministri dovrebbe approvare nella prossima seduta giovedì 19 giugno.
"Come avevo avuto modo di dire dopo i recenti incontri a Roma – evidenzia Caveri –  si profilano preoccupazioni per il riparto fiscale e di conseguenza per il bilancio regionale. La prossima settimana la Valle d'Aosta non mancherà agli incontri tecnici e politici che le Regioni stanno organizzando, sapendo che  la manovra finanziaria per il 2009, anche nel suo respiro triennale sarà anticipata prima dell'estate e si profila nel breve un decreto-legge che il Consiglio dei Ministri dovrebbe approvare probabilmente già nella prossima seduta giovedì 19 giugno e che conterrà la configurazione dei tagli. In particolare le Regioni a Statuto speciale e le Province autonome dovrebbero come annunciato – ripartendo la cifra fra di loro con criteri da definire – contenere la spesa complessiva di 600 milioni per il 2009, 925 milioni per il 2010 e 1.620 milioni per il 2011 ".
La preoccupazione per tempi, modalità e contenuti di questo intervento sulle finanze regionali si somma così alle regole già gravose del "Patto di stabilità".

Il clima negativo per la finanza regionale Caveri lo aveva già evidenziato a seguito dell’incontro a Palazzo Chigi con il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e il Ministro dell'Economia Giulio Tremonti, avvenuto di recente. Impressioni confermate in Conferenza Unificata qualche giorno fa dalle notizie fornite dal Sottosegretario al Ministero dell’Economia e Finanze Giuseppe Vegas, che ha illustrato le Linee guida sul Documento di Programmazione economico-finanziaria con il quale il Governo si propone di raggiungere l’obiettivo del pareggio di bilancio entro il 2011.

"Dell'evolversi della situazione e della proposta brusca e grave per le casse regionali,  in questo periodo di ordinaria amministrazione del Governo che presiedo – conclude il Presidente Caveri – ho tenuto informato il Presidente incaricato Augusto Rollandin per una questione di correttezza e proprio sapendo, in uno spirito di collaborazione e di corretto passaggio di consegne, che questa delicata questione nei rapporti finanziari con lo Stato avrà i suoi effetti nella prossima Legislatura regionale".

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia