In Valle sono stati 38500 gli utenti intessati dal Programma Operativo Obiettivo 3

Nel corso della programmazione 2000-2006, i 93 milioni di euro messi a disposizione hanno interessato attività per la formazione dei lavoratori, dei disoccupati, dei giovani e per progetti legati alle pari opportunità tra uomini e donne
Riunione comitato di sorveglianza Fse
Economia

Sono stati complessivamente 38500 gli utenti raggiunti in Valle d’Aosta dalle diverse attività finanziate dal Programma Operativo Obiettivo 3 del Fondo Sociale Europeo, nel corso della programmazione 2000-2006 che ha messo in campo un cifra pari a 93 milioni di euro.  Le risorse assegnate sono arrivate per il 45% dall’Unione Europea, per il 44% dal Ministero del lavoro e per l’11% dall’Amministrazione regionale. Un rapporto, che sarà illustrato il 15 settembre prossimo dall’Autorità di Gestione del Fondo nel corso della riunione del Comitato di sorveglianza del Programma Operativo in questione, contiene i principali risultati raggiunti dal Programma in sette anni. Il Rapporto di esecuzione finale 2000-2006 approvato sarà poi inviato a Bruxelles per l’approvazione da parte della Commissione Europea entro il 30 settembre prossimo, accompagnato dalla richiesta di pagamento a saldo della spesa effettuata.

Le principali attività svolte hanno interessato il potenziamento dei servizi finalizzati a prevenire e combattere la disoccupazione, come l’Orientamento, il Diritto al lavoro disabili e svantaggiati, il Punto impresa e più in generale i servizi all’occupazione. Le risorse sono inoltre state utilizzate per la formazione dei lavoratori, dei disoccupati, dei giovani e per progetti legati alle pari opportunità tra uomini e donne nel mondo del lavoro.

L’incontro del 15 settembre, che fa il punto sui sette anni di programmazione, si terrà al Vivaio regionale di Quart e il Comitato, che sarà presieduto dal Presidente della Regione Augusto Rollandin, è composto dai rappresentanti dei due partner finanziari dell’Amministrazione regionale, Ministero del lavoro e Commissione Europea, rappresentanti delle parti sociali locali, nonché, da funzionari regionali.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte