“La Giunta è aperta al confronto”. Grimod risponde alle accuse dei sindacati

Grimod: "La deliberazione consentirà all'Amministrazione di realizzare un risparmio significativo oltre ad agevolare l'ingresso dei giovani all'interno dell'organico comunale, senza ledere in alcun modo i diritti del personale che andrà in pensione".
Guido Grimod, sindaco di Aosta
Economia
"Pur nel rispetto del ruolo delle Organizzazioni Sindacali, la Giunta non intende sottrarsi, in qualità di organo esecutivo del Comune di Aosta, alla ricerca dell’interesse generale da perseguire attraverso scelte di natura politico-amministrativa effettuate con scienza e coscienza dopo aver compiuto tutte le valutazioni che le competono, ivi compresa quella inerente alla professionalità dei dipendenti comunali".
Così il sindaco di Aosta, Guido Grimod, risponde, attraverso una nota, al comunicato stampa diffuso dalle sigle sindacali “Fp Cgil”, “Cisl Fp”, “Uil Fpl” e “Savt Fp”, nel quale si critica l’operato della Giunta per avere “deliberato di applicare la disposizione, prevista dall’art.72-comma 11 del decreto legge 112/2008 (decreto Brunetta oggi legge 133/2008 )”. 

"La deliberazione assunta – continua il primo cittadino di Aosta – consentirà all’Amministrazione di realizzare un risparmio significativo oltre ad agevolare l’ingresso dei giovani all’interno dell’organico comunale, senza ledere in alcun modo i diritti acquisiti del personale che andrà in pensione". Nella assoluta certezza di aver rispettato l’impianto normativo vigente in materia di Pubblico Impiego "la Giunta si dichiara disponibile al confronto con i Sindacati per meglio precisare le motivazioni di un atto che, indipendentemente dal decreto legge 112/2008 citato dalle sigle sindacali, conferma le previsioni del quadro legislativo nazionale e regionale in vigore, in continuità, inoltre, con le linee dettate oltre 20 anni fa dal Consiglio comunale".

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia
Economia

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte