La sinergia paritaria tra amministrazione e commercianti può rilanciare il settore

Il Tavolo di concertazione tra le categorie delle attività produttive e l'amministrazione comunale ha ripreso i lavori dopo la pausa estiva. A presiedere il tavolo sarà designato l'assessore Giordano "per testimoniare le attenzioni verso il settore".
I rappresentanti della categorie produttive di Aosta
Economia
Per rilanciare e dare nuovo impulso alle attività produttive del capoluogo l’impegno e le iniziative devono arrivare dalle varie categorie del settore senza gravare eccessivamente sulle casse comunali. L’invito è la nuova impronta che devono avere le attività commerciali targate “aosta”è stata evidenziata dal sindaco di Aosta, Guido Grimod, in occasione della riunione del Tavolo di Concertazione, sede di confronto e programmazione tra l’Amministrazione comunale e le varie categorie delle attività produttive della città di Aosta, che ha ripreso i lavori dopo la pausa estiva. L’occasione è stata anche quella di presentare in tale sede il nuovo assessore comunale alle Attività produttive e Turismo, Bruno Giordano, entrato nella squadra della Giunta proprio durante il periodo estivo, dopo la nomina di Salvatore Agostino, suo predecessore, in Consiglio regionale.
Il segnale di attenzione dell’Amministrazione alle attività produttive, è testimoniato poi dall’intenzione, espressa da Grimod, di designare l’assessore Giordano a presiedere il Tavolo di concertazione. “L’occasione è stata poi propizia per ribadire l’intenzione dell’Amministrazione di offrire un impulso al settore, presentando ai partecipanti le linee di fondo di un contesto economico futuro che vedrà le disponibilità del Comune contrarsi ulteriormente – spiega il sindaco di Aosta – Proprio per questo, i componenti del ‘Tavolo’ sono stati spronati a mettere a punto iniziative tali da consentire ricadute positive, senza gravare eccessivamente sulle casse comunali. Solo in questo modo, con una sinergia paritaria, e non caratterizzata dall’impegno economico esclusivo dell’Amministrazione comunale, si potrà operare per l’ottenimento dei risultati di sviluppo auspicati”.

Sul concetto di sinergia si è soffermato anche lo stesso Giordano che definendo il capoluogo come una “microcomunità” ha evidenziato dal punto di vista dell'andamento turistico che “a fronte di un contesto del genere, sia opportuno valutare a fondo i dati di cui disponiamo al momento sulla stagione estiva appena conclusa. Leggendo attentamente le cifre, si coglie infatti come il fenomeno caratterizzante sia stato, per Aosta, un ritorno dei turisti italiani, a fronte di un decremento delle presenze di visitatori stranieri. Ciò va messo in relazione al fatto che il momento congiunturale è di respiro europeo e non locale. Viaggiare costa di più e tale elemento orienta diversamente le scelte di ognuno. Uno scenario di questo tipo fa sì che sia importante guardare, con attenzione, al turismo di prossimità. Riuscendo ad ottenere dei riscontri positivi su quel tipo di mercato sarà possibile limitare la flessione che, altrove, ha già tratti più critici”.
Nella prossima riunione del Tavolo di concertazione  ci si concentrerà sull’illustrazione del bilancio di previsione del Comune di Aosta, in via di predisposizione.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte