La Valle d’Aosta Regione ospite al Salone del vino di Torino

All'appuntamento in programma dal 2 al 4 marzo, con eventi diffusi in tutta la città, sono attese più di 500 cantine.
presentazione del Salone del vino di Torino
Economia

La Valle d’Aosta sarà la regione ospite del Salone del vino di Torino, in programma dal 2 al 4 marzo. 

L’evento è stato presentato ieri dal Sindaco di Torino, Stefano Lo Russo, dal Presidente della Camera di Commercio di Torino, Dario Gallina, e dall’Assessore all’Agricoltura, Cibo, Caccia e Pesca della Regione Piemonte, Marco Protopapa. Per la Valle d’Aosta erano presenti l’Assessore Carrel e il Presidente della Camera valdostana delle imprese e delle professioni, Roberto Sapia.

La seconda edizione del Salone, con più di 500 cantine attese, prevede anche quest’anno iniziative diffuse in tutta la città. La Valle d’Aosta parteciperà con uno stand istituzionale, un corner dove il Consorzio vini promuoverà i vini valdostani e con la presenza a masterclass e a momenti divulgativi.

“La partecipazione a questa II edizione del Salone del Vino di Torino è frutto di una sinergia fra la nostra Camera valdostana delle imprese delle professioni, la quale collabora e lavora non solo con il territorio ma anche al di fuori della nostra regione, ad esempio il sistema camerale Piemontese – precisa l’Assessore all’Agricoltura e Risorse naturali Marco Carrel – Indubbiamente quest’occasione è molto importante per promuovere la viticoltura valdostana sui mercati di prossimità e riconferma i buoni rapporti fra la nostra regione e il Piemonte, a noi confinante. Numerose sono le occasioni di collaborazione fra le nostre due regioni nell’ottica della promozione e della valorizzazione delle eccellenze e dell’ampio paniere dei prodotti del nostro territorio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte