Pensioni, dai sindacati un presidio contro il Bilancio dello Stato

Spi-Cgil, Fnp-Cisl, Uilp e Savt annunciano un presidio per domani, ad Aosta, per protestare contro la manovra finanziaria varata dal Governo 5 stelle - Lega. Provvedimento che, spiegano, "in tre anni sottrae 2,5 miliardi di euro dalle tasche dei pensionati".
Sindacati
Economia

Un “ennesimo atto vessatorio del Governo nei confronti dei pensionati“. Così il sindacato dei pensionati Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil definisce la manovra finanziaria 2019 varata a Roma dal governo “gialloverde” 5 stelle – Lega.

Nel mirino delle Organizzazioni Sindacali la Legge di Bilancio che, scrivono “in tre anni sottrae 2,5 miliardi di euro dalle tasche dei pensionati, intervenendo nuovamente sull’adeguamento delle pensioni all’inflazione”.

“È il momento di dire basta – scrivono in una nota le parti sociali –. Nonostante il periodo festivo, nei prossimi giorni, si terranno iniziative e presidi unitari davanti alle prefetture locali e nelle piazze di tutta Italia per denunciare le decisioni del Governo”.

Anche a livello locale lo Spi-Cgil, Fnp-Cisl, Uilp, assieme al Savt, saranno i promotori del presidio organizzato per domani, venerdì 28 dicembre dalle 10 alle 14 ad Aosta in Piazza des Franchises.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati