Poste, il 7 dicembre giornata di sciopero. “Condizioni di lavoro insostenibili”

La protesta indetta dai sindacati è legata all'attuale "carenza di personale negli uffici postali della Valle d'Aosta".
Poste italiane
Economia

I lavoratori di Poste italiane incroceranno giovedì 7 dicembre le braccia. La protesta indetta dai sindacati è legata all'attuale "carenza di personale negli uffici postali della Valle d'Aosta".

In una nota le organizzazioni sindacali spiegano come "da ormai diversi anni perdura, nella nostra regione, una situazione di estrema criticità e di continua diminuzione di personale. L'azienda aveva dato, occasionalmente, solo risposte parziali, utilizzando personale portalettere da adibire a ruolo di impiegato negli uffici, ma senza mai  sostituire tutti i lavoratori andati in pensione o trasferiti. Ad oggi, venuta meno anche questa possibilità e non essendoci stata nessuna  volontà di assumere,  nemmeno a tempo determinato, la condizione di lavoro del personale è diventata insostenibile".

I problemi snocciolati dai sindacati riguardano: "il personale applicato negli uffici è spesso ridotto all'osso, obbligato a continui spostamenti su tutta la regione per garantire l'apertura degli sportelli, e la fruizione anche solo di un permesso  è condizionata dalla possibilità di avere la sostituzione da parte di un altro collega. A tutto ciò si aggiungono, in barba al rispetto di tutti i diritti contrattuali e ai protocolli sulla qualità del lavoro, continue pressioni per il raggiungimento degli obiettivi commerciali".

Per i sindacati la carenza di organico è oggi tale "da mettere in grossa criticità l'apertura giornaliera degli uffici postali con una ripercussione fortemente negativa sul servizio offerto alla clientela".

Problemi che sono stati portati all'attenzione dell'azienda che però ad oggi non ha dato risposte. "Ciò che oggi Poste Italiane vuole è solo ed esclusivamente – chiosano ancora i sindacati –  il raggiungimento degli obiettivi commerciali indipendentemente dal numero delle risorse applicate e dalla qualità del servizio offerto ai cittadini valdostani".

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia
Economia

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte