Presidenza Finaosta, Massimo Lévêque ritira la candidatura

"Stante il quadro di incertezza tuttora in essere ritengo opportuno togliere alla Regione qualsiasi imbarazzo o fonte di discussione ritirando la mia candidatura", ha spiegato il Presidente uscente. In "pole" position" per la nomina Andrea Leonardi.
L’economista Massimo Lévêque
Economia

Presidenza di Finaosta, Massimo Lévêque si chiama fuori dalla corsa: “A 24 ore dall’assemblea per il rinnovo delle cariche e dopo tre anni di lavoro come Presidente della Finaosta – spiega in una nota –, non avendo ricevuto dai competenti Organi regionali alcun segnale circa le intenzioni del socio sul rinnovo del Consiglio di amministrazione della società, ho deciso di ritirare la mia disponibilità alla nomina a Presidente per il prossimo triennio”.


L’assemblea ordinaria della Finanziaria regionale chiamata a nominare il nuovo Presidente ed nuovo il Cda è convocata per domani, venerdì 31 agosto, dopo essere saltata la settimana scorsa, anche se – da Legge regionale – l’indicazione da parte della Giunta sarebbe dovuta arrivare tre giorni prima della convocazione. Designazione che sui tavoli di Finaosta sembra non essere arrivata, mentre la Giunta è a rischio spaccatura sulla “querelle Casinò”, anche se in “pole position” per la poltrona di Presidente per il prossimo triennio sembra esservi Andrea Leonardi, numero uno di Valfidi e attualmente Vicepresidente del Collegio sindacale proprio di Finaosta.

Lévêque si sfila, quindi, non lesinando una critica, visto il complesso momento che la Valle sta vivendo: “In un momento in cui nella nostra regione difficoltà e situazioni problematiche sotto il profilo economico e occupazionale non sono superate – prosegue Lévêque – e in cui alcuni importanti dossier gestiti senza poter essere ancora portati a compimento avrebbero anche potuto suggerire l’opportunità di una continuità nella conduzione della principale partecipata della Regione, stante il quadro di incertezza tuttora in essere ritengo opportuno togliere alla Regione qualsiasi imbarazzo o fonte di discussione ritirando la mia candidatura e tornando a svolgere il mio lavoro di economista e docente universitario a tempo pieno”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia
Economia