Ue: la Valle potrà essere penalizzata dalla scomparsa di alcuni fondi

Sarebbero a rischio i fondi strutturali. Nei giorni scorsi la politica regionale dei prossimi anni è stata al centro della riunione della Commissione Coter (Cooperazione territoriale) del Comitato delle Regioni, alla quale ha preso parte Luciano Caveri.
Luciano Caveri
Economia

Sarebbero a rischio i fondi strutturali. Nei giorni scorsi la politica regionale dei prossimi anni è stata al centro della riunione della Commissione Coter (Cooperazione territoriale) del Comitato delle Regioni, alla quale ha preso parte anche il consigliere regionale Luciano Caveri.

“Viste le difficoltà di bilancio dell’Unione – scrive Caveri –  allo stato attuale permangono grossi interrogativi. I fondi strutturali nel periodo di programmazione 2014-2020 saranno importanti per la nostra Valle. Purtroppo potremmo essere penalizzati dai criteri di distribuzione e dalla possibile scomparsa di fondi come quelli destinati alla Competitività (cioè l’ex Obiettivo 2), che hanno consentito in Valle interventi importanti: dall’area Cogne, al Forte di Bard, all’autoporto di Pollein”.

Sempre nell’ambito del Comitato delle Regioni si è invece riunita oggi a Bruxelles, la Commissione Educ (Eduazione) che ha approvato un rapporto d’iniziativa del consigliere Luciano Caveri intitolato “La protezione e lo sviluppo delle minoranze linguistiche storiche nel quadro del Trattato di Lisbona”.

“Le minoranze linguistiche – spiega in una nota Caveri –  sono in Europa una realtà importante e la diversità culturale che esse esprimono va valorizzata. Il rapporto mira a comprendere, in modo comparativo fra gli Stato membri, le soluzioni e le proposte che emergono, specie nel settore scolastico e culturale, a tutela delle minoranze. Sono certo che questo rapporto potrà essere utile anche per proporre il “caso valdostano”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte