Hervé Barmasse tenta il Nanga Parbat dalla parete Rupal, mai scalata in inverno

Il valdostano, insieme al tedesco David Göttler e all’americano Mike Arnold, tenterà l'ascesa tra il 10 e 20 gennaio senza "nessun campo preallestito, né aiuti dall’esterno, ossigeno o corde fisse".
Hervé Barmasse © Paolo Sartori
Montagna

Hervé Barmasse, insieme al tedesco David Göttler e all’americano Mike Arnold, tenterà l’ascesa invernale al Nanga Parbat dalla parete Rupal, la più grande del mondo (oltre 4.500 metri), mai scalata durante la stagione invernale. Si tratta del versante Sud della nona montagna della Terra (8.126 metri), situata nel distretto di Diamir di Gilgit-Baltistan, in Pakistan. Il suo nome si traduce anche in “montagna nuda”.

La spedizione è prevista tra il 10 ed il 20 gennaio: “Scaleremo in perfetto stile alpino”, spiega Hervé Barmasse, “quindi zero rifiuti lasciati in montagna, nessun campo preallestito, né aiuti dall’esterno, ossigeno o corde fisse. E questo perché il modo in cui vogliamo fare le cose è più importante della vetta che vogliamo raggiungere”. Durante la loro salita, il valdostano ed i suoi compagni porteranno solo 15 kg di attrezzatura, un quinto del kit necessario per una spedizione in stile himalayano; idem per le corde: solo 60 metri anziché 4.500.

“L’idea di questa spedizione nasce dal ricercare il limite personale”, prosegue Barmasse. “Anche se in questo caso si va al di sopra della propria prestazione, visto che nessuno ha mai scalato la Rupal in inverno. La strada è ancora tanta, però siamo molto motivati e siamo un bel gruppo”. La spedizione pakistana sarà seguita giornalmente da La Gazzetta dello Sport sul suo sito gazzetta.it, con un diario in diretta comprensivo di articoli, foto e, soprattutto, video, realizzati dallo stesso Barmasse dal campo base del Nanga Parbat, situato a 3.500 metri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Montagna
Montagna