Al-Qaeda punta su Youtube per la sua propaganda

Oltre duemila i video pubblicati dalla fine dello scorso anno. Per lo più si tratta di messaggi dei principali capi della rete terroristica, filmati di addestramenti e video degli attentati compiuti in Iraq contro le truppe americane.
News Nazionali

Dubai, 4 dic. – (Aki/Ign) – Al Qaeda cambia la sua strategia mediatica e di propaganda e sceglie di sbarcare su Youtube. La rete terroristica legata a Bin Laden sta infatti progressivamente abbandonando l'utilizzo dei forum islamici per fare proseliti – strategia dominante fra il 2003 e il 2008 – e sta incrementando la sua presenza sul portale più usato per la pubblicazione di video.

Chiusi quasi definitivamente i principali forum jihadisti – come al-Hesbah, al-Ekhlas, al-Borak e al-Firdaws -, ora restano in vita solo altri piccoli siti, costretti molto spesso a cambiare indirizzo per evitare di essere oscurati. Ecco allora che il modo più efficace per diffondere la propaganda jihadista sembra quello di utilizzare Youtube. Approfittando della tolleranza dei suoi gestori, che difficilmente cancellano i filmati jihadisti, al-Qaeda ha inondato il portale di suoi prodotti raggiungendo la quota, dalla fine dello scorso anno a oggi, di oltre duemila video pubblicati.

Nella maggior parte dei casi si tratta di videomessaggi, quasi tutti in lingua araba, dei principali leader della rete terroristica, ma non mancano neanche i filmati che mostrano le attività di addestramento che si svolgono nei campi militari in Afghanistan o in altre parti del mondo e i video sugli attentati compiuti dai terroristi in Iraq contro le truppe americane. Il leader più presente, con oltre 500 filmati, è il medico egiziano Ayman al-Zawahiri. Il secondo è invece il fondatore di al-Qaeda in Iraq, il giordano Abu Musab al-Zarqawi. Seguono, in ordine di presenza, Osama Bin Laden, il libico Abu Yahya al-Libi e i filmati realizzati da al-Qaeda nel maghreb islamico, cellula algerina del gruppo.

Inizialmente i video venivano presi dai forum islamici e inseriti su Youtube. Ora, invece, molti filmati, come i video dei 'giovani mujahidin somali' o del leader del partito islamico afghano, Qalbuddin Hekmatyar, vengono inseriti direttamente dagli utenti scavalcando i siti jihadisti.

Ma Youtube non è solo un ottimo veicolo di propaganda. Il portale ha permesso ad al-Qaeda di realizzare un ottimo archivio per chi si occupa di propaganda terroristica. Basta digitare in arabo o in inglese il nome di un gruppo armato o di un leader jihadista per trovare quasi tutti i suoi video-messaggi o i filmati celebrativi che lo riguardano.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati