Bagnasco: ‘No a eutanasia per Eluana’

Vescovi solidali con mons. Poletto 'sconsideratamente attaccato attraverso i media'. 'Rispetto della legge naturale e' garanzia contro manomissioni e soprusi".
News Nazionali

Citta' del Vaticano, (Adnkronos) – La piena solidarieta' dei vescovi italiani va all'arcivescovo di Torino, cardinale Severino Poletto, che nei giorni scorsi e' stato al centro di un aspro confronto con il Presidente della Regione, Mercedes Bresso, sul caso di Eluana Englaro. La Chiesa, condividendo in pieno le affermazioni del porporato, ribadisce che l'interruzione di alimentazione e idratazione vuole dire mettere in atto una forma di eutanasia. Cosi' si e' espresso nel pomeriggio di oggi il cardinale Angelo Bagnasco nel corso della relazione tenuta oggi al Consiglio episcopale permanente.

Esprimiamo, ha detto, ''la nostra piena solidarieta' al confratello Cardinale Severino Poletto, sconsideratamente attaccato attraverso i media per aver ricordato quella che e' una convinzione scientifica larghissimamente condivisa, e comunque una verita' etica, ossia che togliere l'alimentazione e l'idratazione ad una persona, per di piu' ammalata, e' determinarla verso un inaccettabile epilogo eutanasico''.

''Ugualmente – ha spiegato ancora – il rispetto della legge naturale e' garanzia contro manomissioni e soprusi su qualunque uomo o donna. E per noi ha un significato profondo ricordare queste acquisizioni fondative in una stagione della storia in cui esiste ancora una parte di umanita' che non vede riconosciuti i propri fondamentali diritti''.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati