Berlusconi in visita a Lampedusa: ‘In 48-60 ore libera da migranti’

Oltre 6mila gli extracomunitari presenti sulla più grande delle Pelagie.
News Nazionali

Lampedusa, 30 mar. (Adnkronos/Ign) – “In 48-60 ore Lampedusa sarà abitata solo dai lampedusani”. Ad assicurarlo è stato il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi in visita oggi nell’isola per verificare di persona lo stato dell’emergenza immigrati. “Chiuderemo anche il centro di accoglienza”, ha aggiunto parlando ai lampedusani davanti al municipio della più grande delle Pelagie

“Ho comprato una villa a Lampedusa – ha poi annunciato il premier che oggi ha fatto una visita lampo a ‘Le due palme’ , la casa appena acquistata sull’isola -. Immagino adesso i titoli che leggeremo domani sui giornali di sinistra: ‘Conflitto di interesse’. Benissimo cureremo i nostri interessi”. E, tra gli applausi dei presenti, ha dichiarato: “Proporrò l’isola di Lampedusa come premio Nobel per la pace”.

Il ‘piano di sgombero di Lampedusa è già scattato a mezzanotte’, ha assicurato ancora il premier. ‘Sei navi passeggeri con una capienza di 10 mila persone porteranno via i migranti dall’isola, che verranno portati non solo in Sicilia ma in Italia’. “Abbiamo ottenuto di fare controllare i porti e le coste per non consentire nuovi sbarchi’ e ‘abbiamo ottenuto – ha continuato – l’impegno della riaccettazione di tutti i tunisini che riusciremo a portare indietro”.

Berlusconi ha quindi annunciato una moratoria fiscale per l’isola e lo stanziamento di fondi straordinari per la manutenzione e la viabilità di Lampedusa. “Abbiamo stanziato una cifra per fare degli interventi immediati”, ha assicurato. “Abbiamo avuto un contatto con l’Eni – ha aggiunto – e contiamo su un prezzo più basso del gasolio per i pescatori di Lampedusa’.

Il premier ha parlato anche di un piano di promozione turistica per l’isola. ‘Abbiamo dato incarico a Rai e a Mediaset – ha spiegato – di fare dei servizi che attirino gli italiani a Lampedusa che è sempre stato un paradiso e che tornerà ad esserlo’. “Vorrei suggerire al sindaco di Lampedusa – ha proseguito – di dotare l’isola di un po’ più di colore e di verde e io stesso mi impegno”, ha detto il presidente del Consiglio. Infine, scherzando, ha annunciato che quando sarà ‘fuori dalla politica’ metterà su un’attività per il pesce fresco.

Al municipio, dove si è recato per incontrare il sindaco Dino De Rubeis e il presidente della Regione Raffaele Lombardo, Berlusconi è stato accolto da un lungo applauso . Prima del suo arrivo sull’isola, momenti di tensione si sono registrati invece tra un gruppo di lampedusani e alcuni sostenitori del premier che si sono scontrati verbalmente. Inoltre, secondo quanto riferito dai senatori del Pd Roberto Della Seta e Francesco Ferrante, ‘gruppetti di facinorosi ben organizzati’ avrebbero ‘strappato gli striscioni’ contro il premier e ‘aggredito chi si rifiutava di consegnarglieli’.

Riguardo alla visita di Berlusconi a Lampedusa, il segretario del Pd Pier Luigi Bersani ironizza: “Sì, il miracolo continua… ma lasciamo stare, mi sono stufato di questi show”. Più duro il commento dei deputati siciliani di Fli Carmelo Briguglio, Fabio Granata, Nino Lo Presti e Pippo Scalia che si dicono ‘attoniti’ di fronte alla ‘ripetizione del ‘ghe pensi mi’, senza alcuna proposta concreta da parte di Berlusconi’, definito ‘premier clown’. Gianpiero D’Alia, presidente del gruppo Udc in Senato e coordinatore del partito in Sicilia, invita invece il Cavaliere a ‘mettere a disposizione dei migranti’ la sua nuova villa.

Intanto, la situazione sull’isola si fa sempre più incandescente: sono ormai oltre 6.000 gli immigrati presenti e per 2.000 di loro manca il cibo. Oggi dopo una notte senza sbarchi, si è registrato questa mattina l’arrivo di un barcone con un centinaio di migranti.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati