Camorra, arrestato Metello Di Bona

Il 38enne affiliato ai Casalesi è stato preso la notte scorsa dagli agenti della squadra mobile di Caserta a Casal di Principe. Con lui in manette l'uomo che gli dava ospitalità
News Nazionali

Caserta, 21 dic. – (Adnkronos) – Metello Di Bona, 38 anni e' stato arrestato la scorsa notte dagli agenti della squadra mobile di Caserta a Casal di Principe. Di Bona era ricercato in base a due ordinanze di custodia cautelare, una emessa il 30 ottobre scorso l'altra il 3 aprile scorso dal gip presso il Tribunale di Napoli su richiesta del pm della Direzione distrettuale antimafia. L'indagato e' accusato di associazione mafiosa ed estorsione aggravata. Gli investigatori definiscono Di Bona uno degli storici affiliati al clan Bidognetti ed e' indicato da alcuni collaboratori di giustizia contiguo al gruppo stragista che fa capo al latitante Giuseppe Setola, tra l'altro organizzatore della strage di Castelvolturno (6 africani uccisi).

Oltre a Di Bona, la polizia ha arrestato anche con l'accusa di favoreggiamento aggravato Gennaro Paciello, di 44 anni presso la cui abitazione aveva trovato rifiugio il latitante.

I due provvedimenti notificati a Di Bona fanno riferimento ad alcune estorsioni messe in pratica ai danni di alcuni imprenditori dell'Agro aversano in particolar modo a Lusciano. Autori di questa estorsione, oltre a Di Bona, altri presunti affiliati al clan Bidognetti, gia' arrestati nei mesi scorsi. Di Bona e' solo l'ultimo arrestato di una lunga serie di presunti appartenenti alla cosca dei Casalesi finiti in carcere. Prima di lui, appena due giorni fa era stato ammanettato Luigi Tartarone e, precedentemente Massimo Alfiero, Vincenzo Di Fraia, Pietro Fontana, Nicola Tavoletta, Stefano Cirillo, Francesco Cirillo, Massimo Napolano, Salvatore Santoro, Giuseppe Guerra e Raffaele Granata.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati