Cartello dell’Idv contro Maroni: assassino. Di Pietro si scusa

Un cartello con su scritto 'Maroni assassino'. E in Aula scoppia la bagarre.
News Nazionali

Roma, 7 apr. (Adnkronos) – Un cartello con su scritto ‘Maroni assassino’. E in Aula scoppia la bagarre. L’autore è Pierfelice Zazzera dell’Idv che, non appena il ministro dell’Interno ha concluso la sua informativa sull’immigrazione alla Camera, ha esposto il suo cartello. Immediata la reazione del deputato leghista Giancarlo Giorgetti che è intervenuto strappandoglielo dalle mani: ‘E’ incapace di intendere e di volere… Si tratta di un fallo da ultimo uomo, sono senza parole, Se La Russa è stato censurato, cosa bisogna fare in questi casi?’, si sfoga in Transatlantico.

A insorgere è tutta la maggioranza, mentre il presidente della Camera, Gianfranco Fini condanna l’episodio e invita Zazzera a porre immediatamente fine alla protesta: ‘Onorevole cosa fa? La presidenza sottoporrà al collegio dei questori l’esame del suo comportamento che riteniamo inqualificabile’. Interviene Dario Franceschini, capogruppo del Pd, che prende le distanze: ‘Ci dissociamo totalmente da questo comportamento’. Subito dopo prende la parola il leader dell’Idv, Antonio Di Pietro, che si dissocia dal gesto del deputato del suo gruppo: “Intendo chiedere scusa al ministro Maroni a nome dell’Idv’.

A disconoscere l’iniziativa di Zazzera anche il presidente del gruppo Idv alla Camera Massimo Donadi: ‘Il cartello esposto in Aula non rappresenta in alcun modo il pensiero del gruppo Italia dei Valori. Si è trattato di un gesto individuale non concordato con il gruppo, che non condividiamo e dal quale prendiamo le distanze. Per questo ci scusiamo’.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati