Disastro aereo in India, volo esce di pista e si incendia: 158 mort

Il pilota, di nazionalità serba, aveva molti anni di esperienza alle spalle ed aveva effettuato quella rotta molte volte.
News Nazionali

Nuova Delhi, 22 mag. (Adnkronos/Ign) – Disastro aereo stamane in India dove un Boeing 737-800 della Air India proveniente da Dubai e in fase di atterraggio a Mangalore, nella parte occidentale del Paese, è uscito di pista, si è spezzato in più parti e ha preso fuoco.

Almeno 158 sarebbero i morti ma, 8 persone sono sopravvissute all'incidente e sono in ospedale a Mangalore, ha riferito Anup Srivastava, direttore del personale di Air India.

I superstiti sarebbero riusciti a lanciarsi fuori dalle porte d'emergenza prima che l'aereo prendesse fuoco. Salvi, versano comunque in condizioni critiche.

A bordo del boing c'erano 160 passeggeri, tutti indiani e per lo più immigrati di ritorno a casa dagli Emirati Arabi, e 6 membri dell'equipaggio. Ci sono volute alcune ore per spegnere le fiamme attorno all'aereo, finito in una zona impervia dove da stamane sta cadendo una fitta pioggia.

A causare l'incidente probabilmente la scarsa visibilità dovuta alla stagione dei Monsoni.

Secondo le prime ricostruzioni il velivolo avrebbe oltrepassato la pista di atterraggio, e sarebbe precipitato al suolo spezzandosi in più parti e prendendo fuoco dopo aver toccato terra e ripreso quota una volta.

L'aeroporto, inaugurato da pochi giorni, è situato alla periferia di Mangalore si trova in una zona collinare e decolli e atterraggi nello scalo sono considerati difficili, secondo esperti dell'aviazione citati dall'agenzia Ians.

Il pilota, di nazionalità serba, aveva molti anni di esperienza alle spalle ed aveva effettuato quella rotta molte volte, ha riferito l'emittente NDTV citando fonti di Air India.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte