eCommerce, nel 2008 venduti libri, cd e dvd per 120 mln di euro

In crescita del 20% sul 2007, incasso per tre quarti da acquisto libri. Nonostante la crisi, gli acquisti su internet supereranno i 6 miliardi di euro. Circa 2,8 milioni gli ordini evasi.
News Nazionali

Roma, 5 feb. (Adnkronos) – Nel 2008 gli acquisti su Internet, nonostante la crisi, supereranno a consuntivo i 6 miliardi di euro, con una crescita rispetto al 2007 di oltre il 20%. Il fatturato arriva a 7 miliardi se si contano anche gli acquisti di italiani da siti esteri.

In questo quadro, secondo un rapporto di b2C Netcomm – School of Management del Politecnico di Milano, libri, musica e audiovisivi, dovrebbero superare complessivamente, sempre nel 2008, i 120 milioni di euro, anch'essi con un crescita del 20% rispetto al 2007.

Circa 2,8 milioni gli ordini evasi con uno scontrino medio nell'intorno dei 50 euro. Oltre i tre quarti del valore delle vendite online da parte degli operatori è relativo a libri italiani (Amazon.com è escluso dalla rilevazione non avendo filiale in Italia). La vendita online di cd e dvd, nonostante alcune eccezioni, cresce ad un ritmo inferiore, scontando la tendenza generale verso la commercializzazione di contenuti digitali.

Il livello di concentrazione del comparto è abbastanza elevato con i primi 5 player che rappresentano il 60% circa del mercato e il leader (IBS.it) che da solo vale oltre il 30%. Il tasso di penetrazione di editoria, musica ed audiovisivi sul totale vendite retail nel nostro Paese si colloca nell'intorno del 5%, circa un sesto rispetto alla media dei principali mercati europei ed al valore negli Stati Uniti.

Considerando il peso percentuale del comparto sull'intero paniere eCommerce, inteso come la ripartizione dell'acquistato online da parte dei consumatori di un paese, l'Editoria, Musica ed audiovisivi ha nel nostro Paese una quota pari al 4%, circa la metà del peso che ha in Usa e nel resto d'Europa. Nessun operatore di questo settore è infine presente nella lista dei top 20 dell'eCommerce italiano, pur escludendo sia le ricariche che le assicurazioni per uniformità con le analisi dei mercati internazionali, mentre vi sono ben quattro operatori del comparto in Uk, tre in Francia e due negli Usa presenti nella lista dei top20 dei rispettivi paesi.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati