Giovane detenuto muore a Regina Coeli, ‘cause naturali’. Era in carcere per droga

Era arrivato dall'ospedale 'Belcolle' di Viterbo
News Nazionali

Roma, 26 nov. (Adnkronos/Ign) – "Un uomo di 32 anni è morto, apparentemente per cause naturali, all'interno del centro clinico del carcere romano di Regina Coeli". Lo ha reso noto il garante dei detenuti del Lazio, Angiolo Marroni.

"A quanto appreso l'uomo, Simone La Penna, era in carcere per reati legati alla droga – continua Marroni – ed è stato trovato morto questa mattina nel suo letto. Soffriva di anoressia nervosa e, dalle analisi, risultava una carenza di potassio nel sangue. A Regina Coeli era arrivato dal reparto medico per detenuti dell'ospedale 'Belcolle' di Viterbo".

"Si allunga l'elenco dei morti in carcere – ha commentato Marroni – ed è giusto che, anche se sembra una morte naturale, la magistratura faccia chiarezza. In generale io credo che siano maturi i tempi per una riflessione complessiva: il carcere non è certamente il luogo più adatto per i malati gravi".

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati