Torino, anche i morti prendevano la pensione

Maxifrode all'Inps per 5,8 milioni di euro scoperta dal Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza del capoluogo piemontese. Denunciate 53 persone. Revocate 257 posizioni pensionistiche
News Nazionali

Torino, 17 dic. (Adnkronos) – Riscuotevano la pensione di parenti e amici morti anche da diversi anni. A scoprire una maxifrode all'Inps da oltre 5,8 milioni di euro sono stati i finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Torino, coordinati dalla Procura, che hanno denunciato 53 persone per truffa aggravata ai danni di ente pubblico.

L'indagine, denominata 'Pantalone', ha permesso anche di recuperare alle casse dell'ente pensionistico, attraverso una serie di sequestri, un milione e 400 mila euro, di revocare 257 posizioni pensionistiche avendo accertato il decesso della persona cui era intestato il vitalizio e di impedire una spesa annua, non dovuta, per le casse dell'erario di circa 1 milione e 200 mila euro.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati