Allargamento della maggioranza in Regione: “Che fine ha fatto la trattativa del PdL?”

E’ quanto si chiedono otto membri del coordinamento del Popolo della Libertà che chiedono la convocazione urgente dell'organo direttivo del partito. Tibaldi: “sembra che la delegazione si sia persa per strada”.
Giorgio Bongiorno
Politica

“Che fine hanno fatto gli esploratori?”. E’ quanto, in sintesi, si chiede un gruppo di otto membri del coordinamento del Popolo della Libertà valdostano che ieri hanno consegnato una lettera per “chiedere la convocazione urgente dell’organo direttivo del partito”. Uno dei motivivi principali della richiesta di Dario Barattin, Donatella Eloisa D’Anna, Dario Frassy, Luca Mantione, Orlando Navarra, Carlo Orlandi, Eddy Ottoz, Pasquale Siciliano ed  Enrico Tibaldi è di conoscere i risultati della trattativa di ‘esplorazione’ per l’allargamento della maggioranza regionale condotta con le forze autonomiste dalla delegazione composta dal coordinatore regionale Giorgio Bongiorno, dal vicario Alberto Zucchi e dal capogruppo regionale Massimo Lattanzi.

“La delegazione si è persa per strada – dice Enrico Tibaldi ad AostaSera.it – ci sono stati incontri, ma stiamo ancora aspettando delle risposte. Ma anche sulla base delle non risposte vogliamo fare un ragionamento politico”.

Gli otto firmatari, nel documento, prendono atto che “il ciclo di consultazioni bilaterali, che avrebbe dovuto determinare dapprima in un confronto tra le forze della maggioranza regionale e poi in un incontro collegiale delle stesse con la delegazione PdL è stato interrotto con decisione unilaterale dei partiti autonomisti, i quali hanno rinviato “a data da destinarsi” e si dicono “preoccupati dall’instabilità e confusione determinata dalla situazione politica nazionale”. Come dire: Union Valdôtaine e alleati prendono tempo per vedere cosa succede a Roma per non impegnarsi troppo con potenziali alleati che potrebbero, magari, rivelarsi ingombranti.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica
Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte