Casinò, sale la tensione in Consiglio. La minoranza chiede di azzerare i premi ai dirigenti

Il testo del documento presentato in aula a ridosso con la sospensione dei lavori per la pausa pranzo chiede inoltre un incontro urgente con l’Amministratore unico della Casa da Gioco. Incontro fissata dalla Giunta alle 14.15.
Consiglio regionale
Politica

Azzerare i premi e i benefit ai dirigenti della Casinò di Saint-Vincent. La minoranza risponde con una risoluzione al piano di riduzione del costo del lavoro presentato ieri dall’azienda ai sindacati e sul quale quest’ultimi minacciano lo sciopero. Il testo del documento presentato in aula a ridosso con la sospensione dei lavori per la pausa pranzo chiede inoltre un incontro urgente con l’Amministratore unico della Casa da Gioco. Incontro che la maggioranza, come annuncia in seguito l’Assessore regionale alle Finanze, Mauro Baccega ha già provveduto a fissare per le 14.15 di oggi.

“L’imbarazzo è totale e dalla maggioranza fanno melina. – sottolinea Luigi Bertschy di Uvp – Ci sono incontri di cui la minoranza viene tenuta all’oscuro. Abbiamo capito ieri che qualcuno sapeva e sappiamo che ci sono in corso dei contatti fra dirigenti del Casinò e responsabili del governo. Vorremmo che i 17 consiglieri dell’opposizione, visto che hanno generato discussione con la visita tanto contestata, potessero avere parola sulla questione dei tagli”.

La minoranza chiede quindi di poter prendere parte all’incontro con Frigerio ma dai banchi della maggioranza non arrivano risposte. “Vogliamo partecipare perché siamo anche noi azionisti. Tutti quanti dobbiamo essere al corrente di quanto succede” scandisce Roberto Cognetta del M5S.

La tensione in aula sale con la richiesta quindi della minoranza, contenuta in una mozione d’ordine, di proseguire la discussione saltando la pausa pranzo. Proposta bocciata dalla maggioranza che rimanda il confronto al pomeriggio scatenando le proteste fra i banchi di Uvp, M5S, Alpe e Pd-Sinistra Vda.
Sulle richieste della risoluzione l’Assessore Mauro Baccega poco prima aveva spiegato “già ieri avevo detto con l’emendamento che avremmo potuto vedere in tempi stretti l’amministratore unico e i sindacati. E abbiamo in effetti bisogno di un confronto, che avverrà nel pomeriggio, per potervi rispondere sulla seconda parte della risoluzione sui benefit.”
 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte