Casinò, si cambia: la Giunta decide per un CdA di tre persone. Di Matteo verso la revoca

A comunicarlo, dopo una riunione di giunta nervosa, è l’Assessore alle Finanze Stefano Aggravi: “La giunta ha dato un indirizzo chiaro verso il cambio di governance". Domani in Assemblea dei soci si scopriranno le carte.
Il Casinò di Saint-Vincent
Politica

Cambio di governance, addio all’Amministratore unico del Casinò di Saint-Vincent e via libera ad un Consiglio di Amministrazione composto da tre membri, sulle cui identità permane, per ora, il mistero. Un mistero che verrà disvelato direttamente domani, martedì 9 ottobre, durante l’Assemblea dei soci della Casa da gioco, dove verrà portato anche il bilancio.

A comunicarlo, dopo una riunione di giunta nervosa, è l’Assessore alle Finanze Stefano Aggravi: “La giunta ha dato un indirizzo chiaro – ha spiegato – verso il cambiamento di governance del Casinò per ridare fiducia all’azienda, al sistema bancario e soprattutto a chi oggi ha dei crediti nei confronti dell’azienda. La giunta ha dato un indirizzo politico, su un CdA composto da tre persone, che verrà proposto domani”.

Linea sulla quale la giunta – sebbene non si votasse un atto ma un indirizzo – si è comunque disunita, con un assessore non partecipante al voto – Stefano Borrello – e l’uscita anzitempo dell’Assessora alla Sanità Chantal Certan che ai cronisti ha spiegato: “Per me la giunta è finita perché abbiamo approvato i due atti fuori sacco che erano stati portati urgentemente all’attenzione. Mi è stato riferito che ci sono anche delle dichiarazioni che saranno messe a verbale da parte dell’assessore Aggravi per l’assemblea del Casinò prevista per domani, atti di cui non possiamo venire a conoscenza, che ci verranno solo letti e sui quali, se vogliamo, ci pronunciamo”.

Defezioni sulle quali Aggravi non si sofferma che un istante: “È opportuno che qualcuno chiarisca la propria scelta – dice – perché in giunta non c’è stata unanimità”. Anche sui nomi del futuro CdA della Casa da Gioco Aggravi non si sbilancia, ma lascia intendere che nel nuovo “triumvirato” non ci sarà spazio per l’attuale Amministratore Giulio Di Matteo sul quale incombe, a questo punto, la “revoca” della nomina.

Aggravi
L’assessore Stefano Aggravi all’uscita dalla riunione di giunta regionale

0 risposte

  1. Temporibus illis non c’erano tutte le attuali possibilità di tentare la fortuna al gioco. Il casinò di Saint Vincent è una creatura d’altri tempi. Si può tenerlo in vita con le macchine, ma è accanimento terapeutico
    che i cittadini pagano. Prima si stacca la spina e meglio è.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica